Lecce, bimbo morto dopo cure omeopatiche: assolti i genitori

Sono stati assolti i genitori di Luca, il bambino di quattro anni morto il 20 ottobre 2011 a Lecce per una broncopolmonite. Luigi Monsellato e la moglie Giovanna Pantaleo erano accusati di aver provocato il decesso, perché lo curarono solo con medicine omeopatiche. 

Per la coppia l'assoluzione arriva al termine del dibattimento in cui sono state discusse le consulenze tecniche sul caso. L'accusa era omicidio colposo, per aver omesso di ricorrere ad accertamenti, cure e provvedimenti riconosciuti scientificamente e di sottoporlo a periodiche visite di controllo dal pediatra. Secondo la Procura di Lecce i genitori si limitarono a somministrare al piccolo prodotti omeopatici che il padre, medico, riteneva efficaci; quelle cure però, secondo l'accusa, erano «assolutamente inidonee a curare le gravi patologie» che provocarono la morte del piccolo.

Nel 2015 il Pm Alberto Santacatterina aveva chiesto l'archiviazione, respinta dal Gip Alcide Maritati che dispose l'imputazione coatta. E ora è arrivata l'assoluzione.
Mercoledì 27 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 28-09-2017 13:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-09-28 10:50:29
Però sarebbe interessante conoscere le motivazioni della sentenza...
2017-09-28 12:02:52
Come puoi vedere, me lo sono chiesto anch'io. Sono convinta che si sono attaccati a qualche cavillo o imprecisione procedurale, che non smentisce la colpa ma smonta l'accusa. Però non mi piace ragionare sulle ipotesi, vorrei sapere esattamente le cose come stanno.
2017-09-28 09:57:50
Vorrei conoscere le motivazioni, perché da sola non ci arrivo. La strada alla totale irresponsabilità è ufficialmente aperta.
2017-09-28 06:47:27
E così abbiamo sancito che l'aria fritta ha la sua valenza........! Un risultato assurdo!
2017-09-27 20:56:12
pazzesco. fra poco equipareremo all'albo dei medici quello dei guaritori.
5
  • 17
QUICKMAP