seguici su Google+ RSS
Sabato 26 Luglio - agg.0:00
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Primo Piano

Lampedusa, strage di immigrati: 120 morti, ma si temono altre centinaia di vittime

A bordo circa 500 persone, 155 in salvo. Preso scafista. Anche i soccorritori sotto choc. Emergenza sull'isola: non c'è posto per i morti. Venerdì lutto nazionale

PER APPROFONDIRE tagmigranti, immigrazione, barcone, lampedusa
Strage a Lampedusa. Un barcone carico di migranti somali ed eritrei è naufragato vicino all'Isola dei Conigli. Sono almeno 120 le vittime, tra cui due bambini e diverse donne. I supersiti sono 155.

Il premier Enrico Letta:
«Tragedia immane». Telegramma del sindaco di Lampedusa al presidente del Consiglio: «Venga a contare i morti con me. il vice premier Angelino Alfano sull'isola. La Lega attacca: «Colpa morale di Boldrini e Kyenge». Il Pd: Abolire la Bossi-Fini». I sopravvissuti: «I pescherecci non ci hanno soccorso». Sull'isola ora è emergenza, non c'è posto per i morti. Venerdì giornata di lutto nazionale e sarà osservato un minuto di silenzio delle scuole, ha detto il ministro dell'Integrazione Cecile Kyenge.

Il barcone, con a bordo circa 500 persone, si è rovesciato a circa un miglio e mezzo al largo dell'isola e ha preso fuoco. Portate in salvo circa 151 persone. Fermato uno dei presunti scafisti. Napolitano: «Basta tragedie, rivedere l'asilo». E la Lega incolpa Boldrini e Kyenge.

Centinaia in acqua. L'imbarcazione si è rovesciata e ha preso fuoco. Sono finiti in acqua centinaia di migranti. L'allarme del naufragio è stato dato dall'equipaggio di due pescherecci che transitavano nella zona.

Barcone in fiamme. L'incendio dell'imbarcazione sarebbe divampato perché per farsi notare dall'isola i migranti hanno dato fuoco a una coperta. Il fuoco si sarebbe propagato al barcone, incendiandolo, a causa di una perdita di carburante. L'imbarcazione, di 20 metri, è stata individuata dall'equipaggio di un aereo della Guardia Costiera poco lontano dall'Isola dei Conigli. È per gran parte sommerso, capovolto: affiora solo una minima parte dello scafo.


Somali ed eritrei. Sono in gran parte eritrei e somali i migranti tratti in salvo. Si tratta dunque di profughi provenienti da paesi dell'Africa sub sahariana. Anche se ancora i superstiti non sono stati interrogati (molti di loro sono ancora in stato di choc e accusano sintomi di ipotermia per la permanenza in acqua) è probabile che il barcone sia partito dalle coste libiche.

Fermato uno scafista. Uno dei presunti scafisti del barcone è stato fermato dalla polizia. È un giovane tunisino che era stato raccolto tra i superstiti. Sarebbe stato riconosciuto da un gruppo di migranti. Favoreggiamento dell'immigrazione, naufragio e omicidio plurimo. Sono i reati contestati dalla Procura di Agrigento al presunto scafista. È un tunisino di 35 anni, che era sbarcato a Lampedusa l'11 aprile scorso ed era stato respinto. Per quell'occasione avrebbe confessato di essere stato costretto a fare lo scafista, ma avrebbe negato ogni addebito sullo sbarco di oggi, sostenendo di essere un "passeggero" e non componente l'equipaggio.

L'inchiesta. La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un'inchiesta sul naufragio. Il fascicolo è stato istruito dal sostituto procuratore Andrea Maggioni. La procura, oltre al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, ipotizza anche il reato di omicidio plurimo.

Le lacrime del sindaco. «Non sappiamo più dove mettere i morti e i vivi». il sindaco di Lampedusa Giusy Nicoli traccia un quadro drammatico: al centro di accoglienza si trovano oltre 1350 persone. Ne ospitava 770, se ne sono aggiunte 463 con il primo sbarco di oggi, dovrà accogliere anche i superstiti del naufragio. «Sui morti - dice - non è stato ancora deciso nulla. Forse saranno portati via, d'intesa con la magistratura». «È un orrore, è un orrore». Non riesce a dire altro Nicoli. Al telefono scoppia a piangere mentre, sul molo, assiste all'arrivo delle barche cariche di cadaveri. «Non finiscono mai di portare e scaricare morti» dice tra i singhiozzi. Nicolini si aggira smarrita tra la fila di corpi che si allunga sempre di più. Con un filo di voce aggiunge: «Venite a vedere. È una scena impressionante».

«Basta con la conta dei morti». Lo afferma, esprimendo «tristezza e indignazione», l'arcivescovo di Agrigento, Francesco Montenegro. «Non si può continuare con questa conta dei morti - aggiunge monsignor Montenegro - occorre mobilitarsi, fare qualcosa di concreto per evitare queste cicliche tragedie della disperazione».


La testimonianza. E' una giornata triste. L'imbarcazione trasportava circa 500 migranti», ha spiegato a Skytg24 Antonino Candela, Commissario straordianario dell'assistenza sanitaria di Palermo. «I primi soccorsi sono stati quelli delle barche ad uso turistico. I corpi delle vittime sono state portate sulla banchina», ha aggiunto.

Un altro sbarco nella notte. Oltre al barcone naufragato a Lampedusa è approdata in nottata un'altra 'arretta del mare con altri 463 extracomunitari. I profughi sono stati trasferiti nel Centro di prima accoglienza che ieri ospitava oltre 700 persone.


La strage a Scicli. Solo lunedì 30 settembre c'era stato un altro tragico sbarco in Sicilia, a Scicli, costato la vita a 13 migranti eritrei.
Giovedì 03 Ottobre 2013 - 09:00
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04 Ottobre - 08:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO

0 commenti

COMMENTI PRESENTI (0)Visualizza tutti i commenti Discussione chiusa
EDIZIONI LOCALI
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

«Bracciano, Federica Mangiapelo trascinata nel lago e annegata»: la perizia sulla morte di Federica

Trascinata fin dentro il lago e poi morta per annegamento, a dirlo è la nuova perizia depositata...

Va in ospedale per una circoncisione ma gli tagliano il pene

​Era stato ricoverato in ospedale per una circoncisione di routine e invece si è ritrovato...

Camion fa crollare ponte a Roma: via Flaminia chiusa, bus deviati

​Traffico intenso sulla via Flaminia dove circa mezz'ora fa un ponte pedonale in cemento...

Tragedia sull'A14, muore per un incidente nel giorno del suo matrimonio

E' morta il giorno del suo matrimonio. In quello che sarebbe dovuto essere il giorno più bello...

Meteo, altro weekend instabile. Temporali fino ad agosto

​Piogge, temporali, sole temporaneo e poi ancora piogge, «è ormai la caratteristica di...

CASA
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
Agevolazioni fiscali per una casa più sicura
Sconto Irpef del 50% su porte blindate, grate e telecamere
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009