Italia sempre più calda: il Granchio Fantasma appare sulle coste siciliane

di Luisa Mosello
Italia sempre più tropicale. A provarlo un piccolo ospite venuto da molto lontano ritrovato mentre “passeggiava” sulle spiagge siciliane: un raro esemplare di Granchio Fantasma sulla battigia del Lido Fiori a Menfi in provincia di Agrigento. E che a dispetto del suo cognome è stato “beccato” a sorpresa dall’obiettivo di una video camera. A filmarlo è stato un uomo che stava camminando in riva al mare, Pippo Pernice. Il crostaceo della specie Ocypode Cursor, poco conosciuta e protetta da leggi internazionali, normalmente abita le coste dei Paesi tropicali e sub tropicali e ultimamente in Sudafrica.
In Sicilia è la seconda volta che torna in pochi mesi: già lo scorso luglio era stato avvistato (lui o un suo parente stretto) nella riserva Naturale di Torre Salsa. Segno che il nostro Bel Paese gli piace molto. E per questo è anche disposto a farsi immortalare in più di un’occasione. Rinnegando un po’ la sua natura estremamente solitaria.
 
 


Il granchio fantasma infatti esce dai suoi buchi nella sabbia soprattutto dal tramonto alla notte e viene chiamato così per non dare nell’occhio alle sue prede adottando una particolarissima strategia di camuffamento che lo rende un po’ Dottor Jekill e Mister Hyde: di sera appare scuro, quasi nero poi all'alba è molto chiaro quasi luminoso. Come dire versioni diverse, opposte dello stesso animale che  così appare irriconoscibile. Il tutto calibrandosi sul colore della sabbia e riuscendo a a riprodurre su di sé anche i puntini in chiaroscuro dei granelli più minuscoli per aumentare le possibilità di non essere notato e quindi salvarsi la vita. 
Martedì 4 Ottobre 2016 - Ultimo aggiornamento: 07-10-2016 14:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2016-10-04 21:58:03
Il Bel Paese piace anche a lui e si sarĂ  fatto dare un passaggio da qualche gommone. Quanto avrĂ  pagato?
1
  • 185
QUICKMAP