Genova, è morto anche il papà del bimbo lanciato dalla casa in fiamme

È morto nella notte Alessio Fraietta, 47 anni, il papà del piccolo Giuseppe, sei anni, dopo l'incendio divampato nella loro abitazione di Casella lo scorso 22 aprile. L'uomo aveva prima lanciato dalla finestra il figlio verso i soccorritori mentre il rogo divampava e poi era caduto mentre cercava di calarsi a sua volta. L'unica sopravvissuta è Enza Sansone, la mamma di Giuseppe. Era rimasta intossicata e ferita alle gambe, perché la sua caduta era stata attutita dai fili per stendere il bucato, e nei giorni scorsi era stata dimessa.

Intanto sono stati usati anche i droni nel corso del sopralluogo effettuato dal perito Gianandrea Gino per capire quale sia stata la causa del rogo dell'abitazione di via Mandelli, a Casella, per il quale è morto il piccolo Giuseppe Fraietta e questa notte anche il papà Alessio. Le immagini serviranno a ricostruire la scena e a identificare il punto da cui si sono sviluppate le fiamme. Una indagine complicata, visto che l'incendio ha devastato tutto. Due le possibili cause: un problema ad una delle canne fumarie dell'edificio o un cortocircuito dell'impianto elettrico. I parenti della famiglia Fraietta avevano accusato il proprietario dell'abitazione dicendo che l'impianto non era a norma e che più volte era stato segnalato. Il proprietario ha invece ribadito che era tutto in regola. Il fascicolo, in mano al pm Paola Crispo, è a carico di ignoti.
Venerd├Č 19 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 20-05-2017 14:35

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-05-19 18:26:26
Povera famiglia,tutto il mio rispetto.
2017-05-19 12:51:17
Che tragedia, mi dispiace molto
2
  • 515
QUICKMAP