Expo, chiesto il giudizio per sindaco Milano Sala: abuso d'ufficio

La Procura generale ha chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco di Milano Giuseppe Sala, in qualità di ex ad di Expo, per la nuova accusa di abuso d'ufficio contestata a dicembre nell'inchiesta sulla Piastra dei Servizi. La notizia è stata annunciata dall'agenzia Ansa. Il primo cittadino risponde, in concorso con l'ex manager Angelo Paris, dell'affidamento diretto alla Mantovani spa della fornitura di 6mila alberi per l'evento, parte del capitolo 'verdè dell'appalto. Sala è già a processo per falso, mentre è stata chiesta per lui l'archiviazione per la turbativa d'asta.

Da quanto si è saputo, la procura generale ha avanzato la richiesta di processo al gup Giovanna Campanile e le difese sono in attesa dell'atto con cui si fissa anche l'udienza preliminare per questa nuova contestazione, ovvero l'abuso di ufficio. Udienza che si dovrebbe tenere il prossimo 2 febbraio, giorno in cui si tiene il procedimento per gli altri imputati nel filone principale e nel quale Sala è stato stralciato in quanto lui stesso ha chiesto e ottenuto il giudizio immediato.

I due sostituti procuratori generali, Gaballo e Calia inoltre hanno fatto sapere ai legali che la loro intenzione è riunire il nuovo procedimento a carico di Sala e Paris con quello principale. Riguardo al giudizio in immediato per il sindaco di Milano, il procedimento si aprirà il prossimo 20 febbraio.

«Non è tanto nuova, non c'è nessuna novità. Non è nuovo neanche il metodo. Come sempre, rispetto istituzionale poco: queste cose si sanno dai media. Ma non è certo una cosa inattesa». Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala, a margine della firma dell'accordo di programma per la valorizzazione del complesso del Parco e Villa Reale di Monza, interpellato riguardo alla richiesta di rinvio a giudizio per abuso d'ufficio, per l'inchiesta sulla piastra Expo.

«Non commento, come dall'inizio lascerò parlare gli avvocati», ha poi aggiunto Sala alla richiesta di un commento sulla vicenda.


 
Martedì 16 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 17-01-2018 08:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-01-16 19:27:21
Ma quando ti dimetti pieddino paladino dei clandestini Milano sotto la tua giunta e' ridotta a citta' da terzo mondo peggio delle favelas La colpa non e' tutta sua ma dei Milanesi che hanno creduto in questo paladino e amico dei suoi amici clandestini e ben vi sta tenetevelo e fate si che la stazione centrale di Milano diventi dormitoio e letamaio a cielo aperto di tutti i suoi amici clandestini Contento lui contenti voi tutti avanti tutta
2018-01-16 15:18:20
Ma che cavolo!!! Questi adesso vogliono riparlare del Sindaco di Milano, ma continuate a parlare dello spelacchio, no!!!
2018-01-16 14:06:30
PD? Ma non è possibile. Nun ce credo
2018-01-16 13:30:30
Ma non rinunci, vero?
2018-01-16 13:14:59
Ma che ce ne frega a noi delle magagne del sindaco di Milano. Noi vogliamo leggere della Raggi
QUICKMAP