Napoli, scoperta fabbrica di detersivi falsi. Ecco come individuare i prodotti contraffatti

di Marco Di Caterino
Sant’Antimo. Viviamo in “falso” mondo. Dallo champagne alle gocce per il mal di testa, dalla borsa griffata al vestito da sposa, dallo smalto per le unghie a scarpe, orologi, abbigliamento, a tutta quella sorta di batteria di prodotti per l’igiene personale a quella della casa. E allora come difenderci ? Gli esperti della guardia di finanza raccomandano poche e semplici regole, ma molto efficaci per evitare di acquistare prodotti taroccati. In particolare per quelli del tipo sequestrati a Sant’Antimo e che rischiamo di trovare sui banconi di negozi e supermercato.

1) Il prezzo. Se non ci sono promozioni in corso, il costo inferiore o pari al cinquanta per cento del prodotto, è il primo del segnale che potrebbe indicare che stiamo acquistando un falso.

2) Occhio alle etichette. Se queste riportano la dicitura : “ Prodotto destinati all’Italia” e il resto sulla composizione e scadenza sono scritte in spagnolo, russo, polacco, quello è un falso, perché queste etichette adesive sono sicuramente rubate nei paesi esteri e poi applicate sulle confezioni taroccate.

3) La quantità del prodotto. Poiché l’imbottigliamento automatico rappresenta un costo ragguardevole per i falsificatori, l’operazione viene fatta a mano. E quindi la quantità immessa nei contenitori non è mai la stessa.

4) Il tappo di sicurezza. La legge impone che quello utilizzato per i prodotti per l’igiene sia personale che quella domestica, abbia quel meccanismo del “ spingi e apri”, a salvaguardia dei bambini. Ebbene anche questo costa e i falsificatori utilizzano un tappo normale.

5) A Sant’Antimo i finanzieri hanno sequestrato anche 50 mila spugnette abrasive, quelle per intenderci gialle e verdi. Questo è uno dei prodotti più contraffatti e che riempie di milioni di euro le casse dei falsari. Come riconoscere la spugna originale ? Poiché è protetta da un brevetto della 3M, casa tedesca, quella originale presenta un logo di colore nero impresso sulla parte gialla, e non scolorisce mai. Sulle spugne taroccate ( realizzate con prodotti plastici molto tossici) il logo viene impresso con uno stampino, che scolora e scompare dopo il primo uso.
Sabato 23 Gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento: 26-01-2016 14:35
QUICKMAP