Brescia, uccise ladro in fuga: rinviato a giudizio per omicidio

Il gup del tribunale di Brescia ha rinviato a giudizio per omicidio volontario il 31enne Mirko Franzoni che a dicembre 2013 uccise un ladro che era entrato in casa del fratello. Il delitto avvenne dopo un inseguimento per le vie di Serle, paese bresciano di residenza dei Franzoni, e il ladro, l'albanese 26enne Eduard Ndoj, venne ucciso da un colpo di fucile. Mirko Franzoni ha sempre spiegato che non voleva uccidere ma che il colpo era partito accidentalmente. Il processo inizierà il 13 settembre.
Giovedì 18 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 19:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-05-18 17:41:52
Quel criminale poteva uccidere qualcuno, come spesso è successo a causa di delinquenti a piede libero. Solidarietà con il carabiniere!
2017-05-18 17:09:44
Questi assassini fucilatori si rifugiano sempre dietro il "colpo accidentale". In realtà, assieme a loro, assassini volontari, dovrebbero essere condannati anche quei politici che per un pugno di voti predicano l'omicidio mascherandolo da legittima difesa.
2017-05-18 19:07:29
X joker52: You are joking, right? A me sembra che un criminale sia stato eliminato. Pace all'anima sua.
2017-05-18 17:08:31
Omicidio volontario,capisco se si avrebbe difeso ma in questo caso si è messo ai livelli di un assassino e come tale deve pagare....
2017-05-18 16:03:21
però: se il ladro fuggiva che paura aveva?
6
  • 5
QUICKMAP