Sorpresa in aeroporto, dalle valigie spuntano 1.200 uccellini morti: specie protette, 8 denunce

Avevano in valigia quasi 1.200 uccellini morti, ma sono stati scoperti e denunciati dopo i controlli in aeroporto, nello scalo di Orio al Serio (Bergamo). Si tratta, secondo quanto riportato oggi dall'Eco di Bergamo, di otto cacciatori, bresciani e vicentini, che si erano recati in Romania per una battuta.

«1.119 tra pispole, voltulini, tottovilli, lucherini, ballerine, fanelli, cardellini e strillozzi. Per non tacere di zigoli gialli e cesene. Tutti loro malgrado irrimediabilmente impallinati e poi stipati in grandi valigie insieme a borse refrigeranti per meglio conservarne la carne». I cacciatori, scoperti durante i controlli della Guardia di Finanza, sono accusati di averli abbattuti illegalmente (sono specie protette) e di averli importati di frodo in Italia.
Giovedì 12 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2017-10-12 15:36:08
E poi a uno dovrebbe dispiacere quando succede per sbaglio a uno di loro a essere impallinato.
2017-10-12 14:23:10
Da cacciatore mi dissocio pure io questi sono solo dei poveri deficienti amanti dello spiedo e non rispettosi di nulla, spero che gli tolgano la licenza
2017-10-12 14:56:02
spero gli tolgano molto di più della licenza, soldi e libertà almeno per qualche anno
2017-10-12 13:41:17
Una strage fatta solo per puro divertimento non da presunti cacciatori ma da esseri sadici che spero siano oggetto di provvedimenti tali da far passare loro la sete con il prosciutto. Per quanto riguarda la coscienza, ammesso che sia presente, non esiste sapone adatto a ripulirla.
2017-10-12 13:38:13
Pur essendo un cacciatore mi dissocio da certi individui che non rispettano le leggi europee. Questi individui danneggiano la categoria dei cacciatori corretti e che rispettando le regole. Vanno puniti ricordando che le sanzioni per questi reati non sono tenere.
13
  • 407
QUICKMAP