Amatrice, il sindaco Pirozzi: «Mai arrivato un euro dagli sms solidali»

«I soldi degli sms solidali non sono mai arrivati alle popolazioni colpite dal sisma». È la denuncia rilasciata ieri dal sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, dal palco di Atreju, la festa di Fratelli d'Italia.  In particolare il sindaco si riferimento a interventi «estranei alle aree pertinenti», come, ad esempio, «una pista ciclabile in un paese delle Marche non colpito dalle scosse», una delle opere inizialmente proposte dalla Regione Marche. 
 

Una questione su cui la Procura di Rieti, a quanto riferisce oggi il Fatto Quotidiano, sentirà il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, nell'ambito di un'indagine riguardante la destinazione degli oltre 33 milioni di euro raccolti con gli sms di solidarietà per i terremotati del centro Italia. Fondi che non sarebbero «mai arrivati alle popolazioni colpite dal sisma».

Protezione Civile:
«Nessun euro è sparito». Il Dipartimento della Protezione civile sottolinea che «nessun euro donato dagli italiani è "sparito". Infatti, i fondi raccolti, come stabilito nel Protocollo d'intesa con gli operatori della comunicazione e della telefonia, nonché dalla legge 229 del 2016 che ne disciplina il funzionamento, sono destinati a interventi in favore dei territori colpiti dal sisma». Lo afferma il Dipartimento, aggiungendo che le donazioni sono nella contabilità del Commissario straordinario.

«Le donazioni raccolte grazie alla generosità degli italiani, secondo quanto disposto dal decreto legge 189 convertito dalla legge 229 del 2016 - spiega ancora la Protezione civile - sono confluite nella contabilità speciale del Commissario straordinario alla ricostruzione dopo l'approvazione dei progetti proposti dalle Regioni d'intesa con i territori colpiti». Il Dipartimento sottolinea, inoltre, che «l'elenco dei progetti approvati nella seduta del 17 luglio scorso dal Comitato dei Garanti - che ha il compito di garantire la gestione trasparente delle risorse, nel rispetto dei principi di efficacia ed economicità - è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile insieme a tutte le informazioni sul funzionamento del numero solidale 45500». «Il Dipartimento della Protezione civile, come ha sempre fatto - conclude - continuerà a garantire la massima trasparenza e il corretto utilizzo dei fondi donati dagli italiani»

«Basterebbe chiedere scusa, Collevecchio non è nel cratere, non è questione di edilizia scolastica. Queste decisioni vanno concordate con i sindaci e bisogna tenere conto della volontà popolare, il problema è che oggi la volontà popolare non conta più niente». Così il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, intervistato su Rainews 24, torna sulla questione della mancata assegnazione ad Amatrice dei fondi raccolti con gli sms di solidarietà per la ricostruzione. Pirozzi si riferisce alla decisione presa il 17 luglio scorso dal Comitato dei garanti che per quanto riguarda la Regione Lazio ha destinato i fondi alla ricostruzione di tre scuole: a Poggio Bustone (Scuola Primaria e Secondaria di I grado), a Collevecchio (Secondaria di I Grado) e di Rivodutri (Scuola Infanzia). 

 
Domenica 24 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 25-09-2017 15:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 76 commenti presenti
2017-09-26 01:14:44
A parte i soldi che sarebbero in mano alla protezione civile e non dovrebbero esserci, ma Pirozzi, da buon "arbitro" vede l'occasione per presentarsi all'elettorato, preparandosi scrupolosamente la strada propagandistica, per le prossime elezioni politiche. ATTENZIONE PERICOLO: vengono eletti e subito dopo spariscono come i fantasmi.
2017-09-25 15:29:50
MI SEMBRA N'ALTRO FELPINO...ma piu' sottotraccia...per convincere meglio i moderati...lololololol
2017-09-25 15:03:17
salvate il soldato paoluccio....si sbraccia...risponde...non perde un post..atutto per la causa del grillo ridens.sembra ringiovanito... ritornato ai bei tempi ruggenti del silvio... sei tutti noi!!!!..ma possibile che certa gente senza un buon pastore si senta persa??'
2017-09-25 14:58:06
Pirozzi sta facendo la campagna elettorale, tutto il suo impegno ed io ho casa ad Amatrice ad agosto non ti guardava in faccia ma era sempre sotto i riflettori e la moglie che ha l'edicola la prima dei negozianti che riaperto, vende le felpe con la scritta che indossa sempre il marito. Ma per piacere..............
2017-09-25 14:52:48
Dal comunicato della Protezione Civile: Il 17 Luglio scorso il Comitato dei Garanti ha approvato i progetti finanziabili, tra i quali quelli della Regione Lazio che destinano fondi a 3 Comuni fuori del cratere. Ho appreso dal sito della Protezione civile che il Comitato dei Garanti ha tra i suoi componenti anche i soggetti attuatori che presumo siano i Sindaci. Inoltre, esiste un Comitato per Ricostruzione composto dagli stessi Sindaci del cratere che hanno poteri decisionali sui progetti. A questo punto mi chiedo: 1°) Perchè il Sindaco di Amatrice si lamenta solo oggi dal 17 Luglio? 2°) Il Comitato dei Garanti (o saggi) come può approvare progetti della Regione senza il consenso dei Sindaci? 3°) Dal verbale della riunione risulta il parere contrario (o meno) del Sindaco di Amatrice?
76
  • 2,9 mila
QUICKMAP