Abusa di una bambina di sette anni: arrestato ghanese senza permesso di soggiorno

L’avrebbe plagiata e costretta ad avere rapporti sessuali. Un incubo, durato quasi un anno, che la piccola vittima difficilmente scorderà. Gli agenti del commissariato di Rho hanno arrestato un uomo di ventisei anni, ghanese, ritenuto responsabile di abusi sessuali su una bimba di sette anni, sua nipote. L’uomo è stato ammanettato dai poliziotti e portato in cella. L'uomo, arrivato in Italia nel 2009 e ora irregolare, abusava della piccola mentre la madre, sua lontana parente, era al lavoro. Alcune violenze, secondo quanto accertato dagli uomini del commissariato, sarebbero avvenute anche alla presenza del fratellino della vittima.  Il ghanese, che è già stato arrestato quattro volte negli ultimi cinque anni, è stato bloccato dagli agenti a Paderno Dugnano e ora si trova in carcere. “

Gli abusi sulla bambina sarebbero iniziati circa nell'estate 2014, le indagini sono iniziate a fine luglio 2015. A segnalare gli episodi sono stati i servizi sociali di Rho, a loro volta avvisati dalle madri di alcuni amichetti della bambina che giocavano con lei e con suo fratello di 8 anni in un parchetto del quartiere. Il fratello non è stato vittima diretta degli abusi sessuali del giovane ma aveva assistito ad almeno un episodio di violenza e ne era rimasto particolarmente turbato confidandosi parzialmente con le madri degli amici. Le indagini sono iniziate a fine luglio. La madre della vittima era all'oscuro dei fatti. Il padre della bimba é attualmente in carcere per spaccio, la madre lavora regolarmente e la famiglia risulta ben inserita nel contesto locale. Ad emettere l'ordinanza di custodia cautelare, con l'accusa di violemza sessuale, è stato il gip Ambrogio Moccia.
Mercoledì 30 Dicembre 2015 - Ultimo aggiornamento: 31-12-2015 14:35

© RIPRODUZIONE RISERVATA
QUICKMAP