E Falcone si sfogò: «Così distruggono il pool antimafia»

di Sara Menafra
Diceva Enzo Biagi: “Si può uccidere anche solo con la parola”. Non si parla, credo, di prove nel cassetto, perché ormai tutti i cassetti sono stati svuotati e adesso la musica è cambiata: sono indagini che non sono state fatte o sono state fatte male. Consentitemi un altro sfogo: essere costretto a scrivere all’Unità che non è carino dire “Falcone preferì insabbiare tutto”...». E’ un uomo solo, avvilito, il Giovanni Falcone che il 15 ottobre 1991 viene...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 19 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-05-2017 10:21

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-05-19 12:40:00
Tutti figli della stessa terra, i due saltati in aria, la terza e prima carica dello stato. tutti uguali ? In che mani l'Italia !
2017-05-19 12:12:35
Sono orgoglioso di essere italiano come Falcone, Borsellino e gli altri servitori dello Stato uccisi dalla criminalit√† organizzata con la connivenza della politica. Mi vergogno di essere italiano come la marmaglia,uso un termine blando per non essere censurato ma ne avrei di pi√Ļ appropriati, che ci sta governando ed amministrando da oltre 30 anni con il risultato di aver reso vano il sacrificio di cittadini esemplari.
2017-05-19 11:22:12
e chi sono i distruttori? indovinare non è difficile.
2017-05-19 11:15:47
chi indaga giace. chi nun indaga siede su lo scranno de velluto porpureo. e pontifica.
4
  • 28
QUICKMAP