Etruschi, rossi segreti: trovato il più antico tessuto porpora in Italia

di Laura Larcan
Ma quanto erano à la page gli Etruschi? Che questa ultra-millenaria civiltà italica avesse un gusto sopraffino per la moda lo raccontava già Tito Livio. Lo storico ne esaltava lusso e cultura. E puntualizzava che l’estro di ornarsi con abiti color porpora fu un vezzo che sedusse proprio i romani. Non altro che una moda lanciata dai Re Tarquini. Eppure il lato fashion degli Etruschi era noto solo dalle fonti storiche e dalle pitture. Abiti, tessuti e virtuosismi sartoriali, fino ai colori e ai giochi di sfumature erano intuibili solo attraverso i cicli pittorici, come quelli che rendono uniche le necropoli di Tarquinia e Cerveteri (patrimonio Unesco). Ora ci sono le prove. Perché proprio Tarquinia ha svelato la più antica attestazione di tessuto porpora d’Italia. Una trama di lana tinta con la speciale porpora prodotta da murice (mollusco marino) è riemersa intatta dalla cosiddetta “Tomba principesca dell'Aryballos sospeso” datata alla fine del VII secolo a.C. nella necropoli della Doganaccia.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 14 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 16-02-2016 19:20

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP