Castelluccio in rivolta: «Lenticchia a rischio, mandate gli elicotteri»

di Italo Carmignani
dal nostro inviato  NORCIA Con la sua grandezza, meno di due millimetri, il suo sapore unico al mondo e la sua umile origine, il più piccolo dei legumi mette in crisi la più grande delle ricostruzioni del dopo terremoto, quella delle strade. Sopra i sedili di quaranta trattori, in una mano i forconi e nell’altra i cartelli, i contadini della Valnerina, squassata dalle scosse di agosto e ottobre, combattono la loro ultima battaglia per il più esclusivo dei prodotti locali, la lenticchia di Castelluccio di...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 20 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2017 12:09

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-03-20 10:17:43
Per la bellezza, la tipicità incredibile del luogo,per l'incredibile dolcezza delle lenticchie, penso che la tutela della valle di Castelluccio dovrebbe essere una priorità della Stato Italiano.
1
  • 46
QUICKMAP