Settimana bianca? Ecco come essere trendy anche sulla neve

di Ughetta Di Carlo
Ti piace distinguerti, in ogni circostanza, con un tocco fashion? Scegliere l’outfit perfetto sulla neve non è impresa facile. Ogni anno quando si avvicina la settimana bianca si va nel panico. Come risparmiare? C’è chi chiede qualcosa in prestito alle amiche che hanno scelto date diverse e chi proprio non può rinunciare ai suoi capi personali. Per fortuna ci sono i saldi e andare a sciare a febbraio o marzo può rendere tutto più semplice. Fare un giro sui siti e-commerce può aiutare.
 

Innanzitutto bisogna puntare sull’abbigliamento tecnico, specialmente per l’underwear per sostenere le temperature più fredde. Sopra anche se è consigliabile sovrapporre pile e maglie termiche, si potrà giocare con i maglioni che evocano paesaggi montani o si fanno portavoce di messaggi ironici e dei giorni della settimana o quelli più grunge rotti e sdruciti o i più romantici e femminili, insomma quelli più di  moda quest’inverno! I pantaloni possono essere un po’ svasati, a zampa anni ’70, o super slim e persino le tute intere, senza maniche da abbinare con una maglia stretta e sopra la giacca, sono una tentazione per chi vuole essere più originale. Un tocco di colore non guasta mai, sebbene il total white, per chi ha le forme giuste, sia sempre una garanzia. Il nero fa sempre la sua figura: sfina ed evita errori grossolani, per un look minimal o più aggressivo.

Ma puntare sul colore di stagione farà l’outfit più cool e allora meglio acquistare almeno un pezzo da abbinare a ciò che ha già nell’armadio magari un vecchio acquisto che ci ha fatto anche pentire, ma tentare di rinnovarlo è d’obbligo.  Quest’anno rosso e tartan la fanno da padrone anche per i capi tecnici dotati di una marcia in più grazie al design che fa invidia ai modelli da città e che allora, magari, potremmo sfoggiare anche di ritorno dalla montagna. La settimana bianca diventa un'occasione unica per indossare i modelli tecnici dei migliori marchi del settore da Monclear a Napapiri, NorthFace, Salomon, Rossignol, Dainese e Fila (brand super cool negli anni 70 che sta tornando di gran moda).

Sci, snowboard e sci di fondo, per ogni disciplina il suo completo, che avrà ampiezze diverse per agevolare movimenti e prestazioni. Quindi pantaloni e tute da sci, ad esempio, possono essere indossati con magliette termiche durante lo sport oppure con maglioni e felpe per una passeggiata tra le montagne o un pasto informale tra una discesa e l'altra. Non dimenticare mai gli accessori: abbina al tuo abbigliamento da sci sciarpe, cappelli, guanti, scarponi da montagna e dopo-sci. Questi ultimi sono il pezzo più difficile da comprare: non devono essere troppo ingombranti, devono avere suola antiscivolo e devono abbinarsi bene con il taglio del pantalone da sci. L’inconfondibile brand dei dopo-sci Moon Boot, in tessuto impermeabile grazie alla membrana waterproof, propone ampia scelta tra versioni stilose e alla moda con stivale alto o basso, con o senza pelliccia, lucidi, lunari, glitterati e persino rock; poi ci sono gli  stivaletti di Isabel Marant persino a quadri rossi e neri, o la classica scarpa da treccking, resistono Hugg e Mou e le intramontabili Timberland.

Per completare in sicurezza l’ abbigliamento perfetto sulle piste bisognerebbe acquistare anche i gilet sottogiacca con tartaruga incorporata, la protezione per la colonna vertebrale, e dotarsi di casco scegliendo quello più originale o in linea con il proprio outfit. Per le più eccentriche e modaiole un tocco di fur non guasta mai, così - sempre che lo abbiate acquistato per tempo o se siete pronte ad impazzire per cercare gli ultimi pezzi disponibili - sulla candida neve potrete sfoggiare i colori fluo dei bomber di Alberta Ferretti da abbinare ai maglioni con il giorno della settimana che più vi piace! 
Mercoledì 31 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 01-02-2018 09:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 12
QUICKMAP