Dalle iniziali ai ricami, personalizzare è il nuovo diktat della moda

di Laura Bolasco
In un’epoca in cui tutti sembrano voler fare le stesse cose, andare negli stessi posti e somigliare a chiunque altro meno che a se stessi, il mondo della moda si ribella creando spazi individuali e regalando al pubblico ampi margini per l’affermazione della propria personalità.

La personalizzazione dei prodotti è ormai una felice pratica offerta da moltissimi brand, compresi quelli di fascia medio-alta e di lusso. Dalle iniziali stampate a caldo su valigie, borse e oggetti di piccola pelletteria firmati Louis Vuitton, all’iniziativa DIY Gucci per l’applicazione di ricami, patch e loghi sulla Dionysus bag, fino alle scarpe Ferragamo da caratterizzare fino all’ultimo dettaglio: le griffe di oggi celebrano la libertà d’espressione.
 
 

 
Nike e Adidas già aderiscono da tempo al nuovo diktat della moda con i rispettivi progetti su web Nikeid e Miadidas, mettendo a disposizione del cliente la possibilità di scegliere tra infinite combinazioni per un risultato assolutamente unico ed inedito. Su Timberland.com anche lo scarponcino più famoso d’America diventa personalizzabile, così come il modello di sneakers più famoso di casa Converse presente in diversi modelli da plasmare sul sito ufficiale dello store. E se impunture, tomaie, occhielli, linguette, bordature, suole e lacci non bastano a colmare la sete di creatività, su Vans.it è possibile realizzare la propria old skool con un’immagine caricata direttamente sul sistema online di customizzazione.
 
Quest’estate non potevamo fare a meno dei costumi confezionati su misura de La Bikineria (labikineria.shop), laboratorio sartoriale nel cuore di Porto Cervo che spedisce in tutto il mondo, quest’inverno saranno i chiodi di pelle dipinti a mano di Laurie Lee (Shoplaurielee.com), rock e tendenza made in London, a farci perdere la testa. Sui social a spopolare sono le weekend bag di Mystylebags.it, i borsoni sobri ed eleganti su cui far ricamare nomi e iniziali, destinati a divenire i nuovi must have e ad accompagnarci in tutti i fine settimana fuori città. Perché una cosa della moda l’abbiamo capita: se lei cambia, il nostro stile resta.
 
 
Domenica 24 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP