Dal tubino di Audrey Hepburn alle cravatte di Diane Keaton: ecco i personaggi tv più glamour di sempre

di Laura Bolasco
Spesso accade che pensando un film o ad una serie televisiva ci torni in mente prima di ogni altra cosa il guardaroba di uno dei protagonisti. Può capitare addirittura che a rimanere impresso nel nostro cuore sia anche un solo ed unico abito, apparso in qualche scena della pellicola per una manciata di secondi. Il mondo del cinema pullula di personaggi che hanno fatto e continuano a fare la storia, icone di epoche passate e presenti, miti incontrastati destinati a divenire eterni e a restare nella memoria della gente vestiti, ovviamente, dei loro outfit più famosi.
Un tubino nero, un cappotto anni 70, un completo a pois, un pantalone sartoriale e tanti, luccicanti tailleur multicolore: cosa succede quando il mondo della moda incontra quello del cinema? Interminabili istanti di pura magia.
 
 

Colazione da Tiffany
C’erano una volta un vestito nero, una donna bellissima e una commedia romantica. Il tubino di Givenchy che Audrey Hepburn indossa in “Colazione da Tiffany” è la quintessenza dell’eleganza. D’altronde, come biasimare Holly Golightly? Solo guardandolo, completo dei lunghi guanti di raso e abbinato ai mitici occhiali cat-eye, viene voglia di indossarlo anche solo per fare colazione.
 
Sex and The City
Dalla bionda capigliatura fino alla punta delle sue Manolo Blanhik, Carrie Bradshaw è la regina indiscussa dello stile newyorkese. Tra le innumerevoli mise sperimentate da Sarah Jessica Parker durante le 6 stagioni di “Sex and the City” ricordiamo: un tutù, un vestito rosso polka dots, fiori giganti, mini dress in lurex, maxi gonne di tulle, hot pants e abiti di jersey super sexy. Tutti rigorosamente abbinati agli stiletto del designer spagnolo e senza mai neanche l’ombra di una sneaker.
 
Pretty Woman
Tra tutte le cenerentole moderne ce n’è una che ha un posto speciale nel nostro cuore. Vivian Ward alias Julia Roberts, resta uno dei personaggi romantici più amati di sempre: sarà per il lieto fine da favola o per la presenza di un Richard Gere in forma smagliante, ma "Pretty Woman" registra ancora dopo 27 anni il record di ascolti ogni volta che viene trasmesso sulla rete nazionale. Ognuna di noi però sa che in parte è merito anche di quell’abito marrone a pois bianchi indossato dall’attrice durante la scena della partita di polo.
 
La Tata
C’è chi ha giurato di non aver mai perso una puntata de “La Tata” per il solo gusto di scoprire cosa osasse indossare di nuovo Francesca Cacace. Capelli cotonati, tacchi a spillo, microscopici crop top e succintissimi tailleur: il look della governante più famosa degli anni 90 è un mix di colori, paillettes e battute divertenti per un risultato trash ma a cui senza fatica si impara a voler bene.
 
Il Diavolo veste Prada
Al grido di “Hai un disperato bisogno di Chanel” milioni di ragazze ricordano la commedia tratta dal famoso romanzo di Lauren Weisberger come una carrellata ininterrotta di outfit da togliere il fiato. Ogni look indossato dalla fortunata Andy (Anne Hathaway), compreso il cappottino bianco, i cuissardes di pelle e i fili di perle rigorosamente Chanel, continuano ogni volta a farci sognare, e riflettere nel caso in cui ci venisse la malaugurata idea di indossare il maglioncino azzurro scovato l’anno scorso alla svendita di Zara.
 
Quasi Famosi
Non c’è groupie più groupie di Kate Hudson in “Quasi famosi”. Stivaletti lace up con ricami floreali, capello al naturale, cappotto di montone e occhialetti round alla John Lennon. Penny Lane con il suo personaggio ha ridato vita allo stile americano degli anni 70 di cui i pantaloni a zampa, la musica rock e le giacche con le frange erano pilastri portanti e incontrastati.

Io e Annie
Era il 1977 e Annie Hall divenne la prima vera antesignana dello stile androgino. “Io e Annie” non solo consacrò Woody Allen come grande regista, ma ottenne anche una serie di Oscar, tra cui quello di miglior attrice protagonista a Diane Keaton. Cravatte, pantaloni con le pence e a palazzo, gilet, tailleur, camicie a quadri e cappello a falda larga: incredibilmente all’avanguardia e tuttora incredibilmente attuale.
 
Beverly Hills 90210
In “Beverly Hills 90210” Kelly Taylor era la reginetta della scuola, la ragazza popolare e quella ovviamente con gli abiti più belli. I suoi must erano giacche dalle maxi spalline, tutine micro, minigonne collegiali e crop top. Brenda e Donna la seguivano a ruota ed il risultato è una serie televisiva in cui i veri protagonisti sono gli anni 90 e i jeans mom dalla vita altissima: rivedere per credere.
 
Alfie
Sienna Miller in “Alfie” è, insieme a Jude Law, l’unico motivo per cui vale la pena vedere questo film del 2004. Se nella scena con la pelliccia dal sapore glam rock possiamo renderci conto del perché l’attore si innamorò realmente di lei, da quella in cui indossa solo la camicia rosa di lui potevamo intuire l’indiscutibile fascino di questa attrice e icona di stile contemporanea.
 
A piedi nudi nel parco
Lei, l’abbiamo visto, è ancora oggi in formissima, lui pure. Ma per quanto Robert Redford  in “A piedi nudi nel parco” non abbia bisogno di commenti, Jane Fonda nei panni di Corie è qualcosa di magnetico e travolgente che non ti fa staccare gli occhi dallo schermo e ti fa sperare che il film non finisca mai. Sarà anche merito dei suoi cappottini, della giacca di renna, dei dolcevita attillati e dei pantaloni a vita alta in pieno stile fine anni 60? Noi siamo sicuri di si.
 
Lunedì 11 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 20:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-09-11 11:57:40
Mi è sempre piaciuta Audrey Hepburn. che classe!
2017-09-11 15:00:11
e, come per altri miti, nessuna pur indossando quel tubino nero potrà mai eguagliarla
2
  • 31
QUICKMAP