La Guardia di Finanza sequestra
un deposito abusivo di cemento

CAMPOFILONE - Nell’ambito di ordinari controlli sul territorio, volti a salvaguardare e tutelare l’ambiente, la sezione operativa navale della Guardia di Finanza di San Benedetto, ha posto sotto sequestro nel comune di Campofilone, in provincia di Fermo, un’area agricola al cui interno una ditta non autorizzata, stava effettuando la frantumazione di numerosi pali in cemento, provenienti da un impianto vitivinicolo dismesso, nel comune di Cupra Marittima. I militari hanno interrotto l’attività in corso, contestando tra l’altro al responsabile, la costituzione di un deposito di rifiuti cementizi sul suolo agricolo, stimato per circa 5 tonnellate. Il responsabile dell'attività di smatimento è stato segnalato all’ autorità giudiziaria competente. Le indagini della Guardia di Finanza, comunque, proseguono con il duplice scopo di accertare eventuali ulteriori responsabili, ed esercitare di riflesso, nei confronti di quanti operano nel settore agricolo, un’azione di deterrenza.
Giovedì 13 Settembre 2012, 16:24 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
QUICKMAP