Immobili, dal 2007 ad oggi calo
del 30% delle quotazioni

La presentazione del nuovo listino alla Camera di Commercio di Ascoli
di Renato Pierantozzi
ASCOLI - Con la crisi scendono anche i prezzi degli immobili. A mettere nero su bianco il raffreddamento delle quotazioni di case, negozi e terreni ci ha pensato il nuovo listino immobiliare messo a punto dalla Camera di Commercio. "Dal 2007 ad oggi il calo dei prezzi è stato anche del 30%" dice il presidente della Cciaa, Adriano Federici. La pubblicazione della guida arriva a pochi giorni dal grande evento “Buy Piceno & Domo Adriatico” in programma venerdì al Casale di Colli del Tronto dove si incontreranno una quarantina di buyers stranieri e gli operatori turistici ed immobiliari del Piceno. Scendono i prezzi in città e nei centri della Vallata del Tronto, mentre tengono di più in Riviera e nelle zone turistiche. In città le quotazioni oscillano tra i 2.050/2.500 al metro quadro per una casa nuova o ristrutturata in centro ai 1.150/1.600 euro al mq per un’abitazione in estrema periferia. I prezzi dei negozi in vendita nelle zone centrali oscillano tra i 2.200/3.000 al mq, mentre per un terreno edificabile a scopo residenziale si va da un minimo di 70 euro ad un massimo di 150 euro. Dai seimila euro al metro quadro per un negozio al centro di San Benedetto ai 2.500 euro al mq per una casa nuova o ristrutturata in posizione centrale ad Ascoli. Sono queste alcune delle cifre contenute nel nuovo listino immobiliare. Il lavoro è frutto dell’attività di un gruppo di studio coordinato dal consigliere camerale Bruno Tommaso Traini e composto da rappresentanti degli ordini professionali (ingegneri, architetti e geometri), delle associazioni degli agenti immobiliari, di categoria e dei consumatori (Adoc).
Martedì 7 Maggio 2013, 08:49 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
0
QUICKMAP