Sigarette elettroniche non certificate
scattano sequestri ad Ancona e Senigallia

ANCONA - I finanzieri di Ancona, nell’ambito di una specifica attività svolta in materia di sicurezza dei prodotti e tutela del consumatore, hanno sequestrato 448 articoli merceologici, fra sigarette elettroniche e relativi accessori, in quanto risultati privi dei dati identificativi del produttore e dell'importatore nonché di qualsivoglia indicazione in lingua italiana. La merce Ť stata individuata all’interno di due negozi ad Ancona e Senigallia. L'immissione in commercio di prodotti non conformi agli standard di sicurezza puÚ costituire un pericolo per la salute del consumatore finale, specie in settori come questo nel quale si propongono strumenti alternativi alle forme di dipendenza dal fumo. Fenomeno che, come noto, sta prendendo piede anche con vendite in franchising di questi particolari prodotti.

A fronte del sequestro dei prodotti e delle violazioni constatate, i titolari dell’esercizio commerciale dovranno corrispondere una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 25.823 euro prevista dall’articolo 12 del Codice del Consumo.








Lunedž 4 Febbraio 2013, 12:09 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
0
QUICKMAP