Latina, teatro esaurito per Renzi. Immigrazione: «Abbiamo salvato vite. Perdo tre punti, non la dignità di uomo»

«Andiamo centimetro per centimetro a dire cosa abbiamo fatto». Ha esordito così Matteo Renzi al Teatro Moderno di Latina dove sta parlando in questo momento. Il leader del Pd ha richiamato nel teatro dell'oratorio San Marco centinaia di persone. I posti in sala sono andati velocemente esauriti e in molti sono rimasti fuori.
Renzi ha parlato per circa tre quarti d'ora, affrontando i diversi temi della campagna elettorale

Sugli immigrati ha detto: «Dobbiamo bloccare le partenze investendo sulla cooperazione internazionale e per la  democrazia in Africa, abbiamo iniziato a farlo. Ora dirò una cosa importante senza paura di perdere qualcosa nei sondaggi. Noi , abbiamo salvato vite, ricordo quello che è successo nel 2015, ebbene posso perdere 3 punti ma non la dignità di uomo di fronte ai miei figli. Non si può rompere vincolo di umanità che ha fatto grande l’Italia».

Il segretario del Pd ha concluso dicendo «Se il Paese è uscito dalla  crisi lo deve al Pd, siamo gli unici ad avere una visione chiara, dobbiamo esserne orgogliosi. Il 4 marzo l'Italia è a un bivio: non lasciamo il Paese  a quelli che sanno solo urlare e  odiare» 
 
Martedì 13 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-02-13 22:29:27
hai "salvato" 600.000 "migranti" ma un quinto degli italiani sono in povertà!
2018-02-13 20:15:19
speriamo renzi abbia ricordato di essere stato autore della diminuzione dei posti di lavoro a tempo indeterminato ( quando diceva che erano ormai non più necessari) e di quando giustificava i bassi salari degli ingegneri italiani.
QUICKMAP