Latina, nuove intitolazioni per Rita Calicchia, Norma Cossetto, Salvatore il "sindaco"

Al centro, il sindaco, Damiano Coletta, in commissione Toponomastica
di Andrea Apruzzese
Una sala in Comune per Rita Calicchia, il centro disabili di via Mugilla per Salvatore il bruscolinaro, un parco per Norma Cossetto. Ecco le nuove intitolazioni decise dalla commissione Toponomastica del Comune di Latina. A Rita Calicchia, che per oltre venti anni ha guidato l’ufficio stampa e la comunicazione dell’ente di piazza del Popolo, sarà intitolata l’attuale sala della protezione civile dove si svolgono le sedute delle commissioni consiliari. A Norma Cossetto, giovane profuga istriana che nel 1943 fu violentata, torturata, uccisa e infoibata, sarà dedicata un’area verde in via Cimarosa. Ma una delle intitolazioni che maggiormente stanno a cuore al sindaco, Damiano Coletta, presente oggi in commissione insieme a parenti e conoscenti delle figure cui sono state fatte le intitolazioni, è Salvatore Minenna, detto il bruscolinaro, o anche «il sindaco di tutti», personaggio storico della vita di Latina.
Marted├Č 5 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:12

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP