Bottiglia incendiaria, a fuoco la porta del centro accoglienza migranti di Sermoneta

Il comando del reparto territoriale di Aprilia
di Giovanni Del Giaccio
Incendiata la porta di un centro di accoglienza che ospita richiedenti asilo a Sermoneta. L'immobile di via Monticchio è gestito dalla cooperativa "Il Quadrifoglio" e accoglie 56 richiedenti protezione internazionale, i quali sono impegnati in progetti di inserimento sociale e attività di volontariato.

Il fuoco - appiccato utilizzando una bottiglia con liquido infiammabile, ritrovata dai carabinieri vicino al portone - è stato spento dagli stessi ospiti. Le fiamme hanno danneggiato lievemente la porta di ingresso ma sul gesto sono comunque in corso le indagini, coordinate dal  reparto territoriale di Aprilia.

Non si esclude che l'azione possa avere uno sfondo razziale, anche se al momento si valutano tutte le ipotesi.

«Non abbiamo certezza che l'obiettivo fossero i migranti - dice il sindaco, Claudio Damiano -  i quali si sono comportati in maniera rispettosa in tutto questo periodo verso il territorio che li ospita, anche grazie al lavoro congiunto della cooperativa Il Quadrifoglio e dell'Amministrazione. Se questo fosse, sarebbe un gesto vigliacco, perché motivato esclusivamente da odio razziale, cosa che non è consona con il livello di sensibilità e cultura della nostra popolazione. Per di più, atti intimidatori di questo tipo, che condanniamo fermamente, possono solo alimentare tensioni e conflitti che vanno a discapito della serenità, tranquillità e sicurezza dei cittadini stessi».

 


 
Venerd├Č 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 5
QUICKMAP