Foibe, Mattarella: «Dal passato un monito sui rischi dei nazionalismi»

Sergio Mattarella (ANSA)
"Le stragi, le violenze, le sofferenze patite dagli esuli giuliani, istriani, fiumani e dalmati non possono essere dimenticate, sminuite o rimosse. Esse fanno parte, a pieno titolo, della storia nazionale e ne rappresentano un capitolo incancellabile, che ci ammonisce sui gravissimi rischi del nazionalismo estremo, dell'odio etnico, della violenza ideologica eretta a sistema". Lo scrive in un messaggio il Capo dello Stato Sergio Mattarella in occasione del Giorno del Ricordo.
Venerdì 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:56

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2018-02-09 19:56:39
Capito? con una fava si prendono due piccioni, ovvero due negazioni formano una affermazione.
2018-02-09 19:20:56
Questo signore NON è il mio presidente. E basta... non si sopporta più.
2018-02-09 18:43:01
Sono molti i fascisti ed i nazisti del forum che parlano di crimini del comunismo e di pericolo comunista. Nulla da eccepire. Pero' ricordo a questi "signori" fascisti e nazisti che in Italia non abbiamo avuto il comunismo, ma purtroppo abbiamo avuto e provato il fascismo ed il nazismo che ci hanno portato alla guerra mondiale nella quale solamente noi italiani abbiamo perso piu' di un milione di persone. E mi domando come sia possibile che ci siano ancora oggi persone nostalgiche di quell'infamia.
2018-02-09 20:56:22
naturalmente nessuna persona di buon senso vedrebbe in chi critica anche radicalmente il comunismo un fascista o un nazista. Ma questo modo di vedere è molto diffuso, ancora, dopo aver avvelenato tante decadi della nostra storia nazionale. E a volte lo schematismo ideologico si annida nelle persone che pretendono di essere le più aperte e democratiche
2018-02-09 20:58:35
e si dimenticano che le foibe sono state le conseguenze delle condotte criminali dei fascisti in slovenia e croazia...lager...esecuzioni sommarie...stermini di massa...sotto la sapiente guida del Gen.Roatta... quando gli slavi vinsero...si vendicarono anche su chi non aveva nessuna colpa...se non quella di essere italiamo...i criminali erano gia' come d abitudine scappati
QUICKMAP