Foibe, Mattarella: «Dal passato un monito sui rischi dei nazionalismi»

Sergio Mattarella (ANSA)
"Le stragi, le violenze, le sofferenze patite dagli esuli giuliani, istriani, fiumani e dalmati non possono essere dimenticate, sminuite o rimosse. Esse fanno parte, a pieno titolo, della storia nazionale e ne rappresentano un capitolo incancellabile, che ci ammonisce sui gravissimi rischi del nazionalismo estremo, dell'odio etnico, della violenza ideologica eretta a sistema". Lo scrive in un messaggio il Capo dello Stato Sergio Mattarella in occasione del Giorno del Ricordo.
Venerdì 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:56

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2018-02-09 13:33:17
Dal passato un monito sui rischi dei COMUNISMI semmai
2018-02-09 13:12:49
la parola "comunismo" è tanto difficile da usare, presidente Mattarella? Non è solo il nazionalismo slavo, c'era anche una dittatura. Comunista, appunto
2018-02-09 13:07:46
mi sfugge....cosa centrano i nazionalismi?
2018-02-09 14:05:24
Presidente a senso unico. Mai cointro i criminali comunisti.
2018-02-09 13:47:09
il rischio è che continui lo schifo "democratico" che ha fallito finora, condito da buonismo insostenibile che giova solo a delinquenti, clandestini...
QUICKMAP