Foibe, Mattarella: «Dal passato un monito sui rischi dei nazionalismi»

Sergio Mattarella (ANSA)
"Le stragi, le violenze, le sofferenze patite dagli esuli giuliani, istriani, fiumani e dalmati non possono essere dimenticate, sminuite o rimosse. Esse fanno parte, a pieno titolo, della storia nazionale e ne rappresentano un capitolo incancellabile, che ci ammonisce sui gravissimi rischi del nazionalismo estremo, dell'odio etnico, della violenza ideologica eretta a sistema". Lo scrive in un messaggio il Capo dello Stato Sergio Mattarella in occasione del Giorno del Ricordo.
Venerdì 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:56

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2018-02-10 14:30:01
Mattarella, Gentiloni e Minniti FINITELA di sparare cavolate tirando in ballo razzismo, fascismo e nazionalismo non appena qualche italiano esasperato prova a reagire. Gli italiani sono fin troppo generosi ed accoglienti ma non sono FESSI. Quando l'ospite ringrazia massacrando chi gli ha dato ospitalità diventano CATTIVI. Azione e reazione. Non si scappa.
2018-02-09 20:41:52
Si è parlato degli ebrei per diversi giorni, ma delle migliaia di ITALIANI massacrati e gettati nelle FOIBE non si è mai parlato, come se non fosse successo mai niente, Solo ora Mattarella ha accennato a qualche cosa da fare (NIENTE). Per quelle persone che sono testimoni delle foibe nemmeno le hanno invitate in qualche trasmissione, solo gli EBREI. Il presidente MATTARELLA li sta facendo anche senatori a vita, perché non nomina anche qualche istriano senatore a vita?
2018-02-09 20:12:34
Caro Mattarella... quando un popolo subisce un'involuzione e torna indietro ecco che riappargono i fantasmi del passato... avete inaugurato un periodo di decadenza, avete permesso che l'Italia tramite manovre occulte diventasse una colonia della finanza internazionale per lo sfruttamento selvaggio... una specie di terra di nessuno da riempire con esodo di popolo sottosviluppati per creare una mano d'opera a bassissimo costo... avete permesso che migliaia di aziende emigrassero e portassero il lavoro italiano all'estero sempre per manodopera a basso costo... proteggete crimini su crimini che questi "importati" commettono... attenti che nessuno protesti sennò li chiamate razzisti... milioni di nuovi poveri, migliaia di suicidi di Italiani disperati a cui avete fatto in modo di togliere il lavoro per darlo agli stranieri... accuse di denatalità biologica agli Italiani dicendo che avremo una nuova linfa coi migranti...mentre la denatalità è data dalla mancanza di soldi e non da un "calo" biologico... e dopo tutto questo caro Mattarella tu ti preoccupi dei "nazionalismi"??? Te ne preoccupi perché rompono le uova nel paniere dei nuovi e lontani padroni d'Italia?
2018-02-09 20:55:11
certo se avessimo fatto come la korea del nord o come sta facendo la Polonia..staremmo invece benissimo!!!!!
2018-02-09 20:05:40
Per "maurizio macold". Vede io parlo spesso dei crimini del Comunismo nei miei commenti, però non sono ne fascista, ne tantomeno Nazionalsocialista, poiché sono stato sotto i bombardamenti alleati causati dall'entrata in una guerra rovinosa dell'Italia rischiando più volte la vita, insieme a quella della mia famiglia, senza parlare dei rastrellamenti tedeschi di padri di famiglia al solo scopo di procurarsi manodopera praticamente a costo zero da inviare in Germania nei campi di lavoro coatto.
QUICKMAP