Sanremo2018, dalla Hunziker a Nina Zilli tutti i look delle prime serate

di Costanza Ignazzi
Scollature vertiginose, vestiti firmatissimi e look da urlo vari. Sanremo è anche moda: ogni sera è attesa spasmodica per i cambi d'abito della co-conduttrice Michelle Hunziker e delle - poche - donne in gara. Armani Privé, Alberta Ferretti e, si dice, ci sarà anche il marchio del marito Trussardi, perchè le cose, almeno un po', si fanno in famiglia. Dal total black della prima serata, con una sfilza di elegantissimi abiti dark interrotti solo dal modello scintillante in chiusura al color block della seconda: dall'abito viola di "Barbie" al quello in stile Charleston sulle note - scatenate - di Despacito, Michelle non ne ha sbagliata una, anche perchè, bisogna pur dirlo, non c'è nulla che non le calzi come un guanto.
 
 


Applauditissime Ornella Vanoni, che ha alternato bianco e nero in grande stile (d'altra parte una signora resta una signora) e Nina Zilli, che era partita sull'estroso con un abitino bianco mono manica molto Marilyn e poi è tornata sul classico con un look in stile sorelle Fontana: bello, per carità, ma da Nina ci aspettiamo un sapore un po' più contemporaneo.

Le altre, diciamolo, non brillano: né Annalisa, che la prima sera "toppa" l'outfit tentando di stemperarlo con lo stivaletto e poi si presenta in veste bizzarra cavallerizza, né Noemi con la classica tuta nera senza infamia né lode. Da tenere d'occhio la "nuova proposta" Alice Caioli, che è salita sul palco con una creazione in pizzo di uno stilista di Milazzo: una nota di freschezza in un festival che altrimenti potrebbe risultare anche troppo impostato. Speriamo che il meglio debba ancora venire. 
Giovedì 8 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 94
QUICKMAP