Bersani: «Larghe intese Pd- FI? Non hanno i numeri. M5S e Lega vicini alla maggioranza»

Bersani (ansa)
di Marco Conti
ROMA “Vorrebbero, il problema è che non hanno i numeri”. Settimane di discussioni su possibili larghe intese tra Pd e FI per poi scoprire, come rivela Pier Luigi Bersani, che i numeri non ci sono. Ciò che non dice il leader di LeU è che i numeri ci sarebbero, almeno stando ai sondaggi, per un’intesa tra M5S e Lega. Magari con l’appoggio di qualcuno degli scissionisti che ancora rimpiange gli incontri in streaming del 2013 con i capigruppo grillini.

La quota di indecisi è ancora molto alta, ma ciò che impressiona, a poche settimane dal voto, è una sostanziale stabilità del Pd, ma ben sotto quota 25%, e la frenata di Forza Italia che, dopo l’iniziale recupero, è ancora sotto la soglia del 20%, con la Lega poco sotto.

Ciò che non recupera FI va ad ingrossare la  percentuale del Carroccio, partito che Berlusconi non riesce più a proporre come ruota di scorta di FI.

Non sorprende quindi che Salvini si rifiuti, insieme a Berlusconi, di firmare il patto “anti-inciucio”, che propone Giorgia Meloni con la manifestazione del 18. Ufficialmente le motivazioni sono altre, ma la volontà di avere le mani libere dopo il 4 marzo fa ritrovare Berlusconi e Salvini sulla stessa lunghezza d’onda. Tutti e due guardano a possibili accordi post-elettorali. Uno con il Pd, l’altro con i Pentastellati. L’eventualità è più che concreta e, oltre ad essere possibile grazie alle percentuali, è stata sdoganata pochi giorni fa da Luigi Di Maio che, a Londra, parlando con investitori, non ha escluso la possibilità di larghe intese con “Pd, FI e Lega”. Un modo, quello usato dal vicepresidente della Camera per nascondere l’unico vero interlocutore, visto che sia il Pd che FI da sempre escludono intese con i populisti e anti euro del M5S.

Salvini ha invece spalancato il portone e poco prima di Natale ha esplicitamente sostenuto di lavorare “per una maggioranza di centrodestra, ma se dopo le elezioni non ci sarà, chiamerò Beppe Grillo”. Con il 28% del M5S e il 14% della Lega, le larghe intese, sovraniste e anti-euro, sono a un passo.

Marco Conti
Giovedì 8 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 09-02-2018 20:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-02-08 19:14:45
Ma che le fate a fa le primarie se poi litigate e vi spezzettate in partitini per invidia di chi ha vinto. E poi vi attaccate alle larghe intese con FI per contrastare il m5s come se fosse l'unico male italiano dimenticando che siete tutti uguali, non ce ne sta uno buono di politico. Mary
2018-02-08 19:00:59
Un consiglio a (tutti) i politici: smettetela di vivere nel vostro mondo virtuale fatto di tv, quotidiani, convegni e conferenze in ambienti omologati. Uscite, andate al bar, prendete l'autobus, mettetevi davanti ad un supermercato e ascoltate, ascoltate le persone vere, le persone normali. Smettete di parlare. Ascoltate.Ascoltate. Ascoltate. Un consiglio anche agli elettori: nelle prossime tre settimane non guardate in televisione che film e partite di calcio, non leggete quotidiani ma riviste di giardinaggio, non ascoltate la radio ma un buon Cd della musica preferita, non andate sui social ma telefonate agli amici più simpatici. Andate a votare tranquilli per il partito che più vi piace ma non fatevi avvelenare il fegato. Cordialmente.
2018-02-08 18:59:49
a bersà nun ce provà,,,,butti zizzagna tra elettori dei partiti vincenti nella speranza che credendo all'inciucio non li votano....vecchia volpeeee
2018-02-08 18:33:08
Allora, secondo Bersani, dobbiamo sorbirci l'alleanza tra M5 stelle e Lega. Manon sono in contraddizione perenne i due movimenti in questione? Certo che Bersani è rimasto deluso della mancata alleanza a suo tempo , con i grillini. D0 atto a Bersani che aveva chiesto l'applicazione dell'articolo 49 della Costituzione, ma con questi partiti, o, meglio, non partiti essendo personali o con regole democratiche dubbie, la gente poi andrà a votare sempre meno.
2018-02-08 18:21:12
Ma infatti sono le uniche due alternative al Renzusconi galoppante.
11
  • 113
QUICKMAP