Milano, 20enne accoltellata, il tranviere confessa: «L'ho uccisa perché provava a difendersi»

Jessica prima di essere uccisa ha cercato di difendersi ma io «ho rigirato il coltello» che aveva in mano contro di lei e «l'ho colpita allo stomaco». È la spiegazione data al pm Cristiana Roveda e agli uomini della Squadra Mobile di Milano da Alessandro Garlaschi, il tranviere di 39 anni accusato di aver assassinato la 19enne Jessica Valentina Faoro e di aver cercato di bruciarne il corpo dopo che che la giovane aveva opposto resistenza ai suoi approcci.
Giovedì 8 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 10-02-2018 16:09

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 43 commenti presenti
2018-02-08 19:12:33
la politica vi da un po a tutti alla testa ,qui si dimentica che in entrambi i casi ci sono due innocenti vittime e il relativo dolore associato dei familiari e conoscenti ,mettendo in secondo piano la gravita' del fatto continuiamo a farne un derby di calcio o una partita a scacchi...
2018-02-08 18:15:44
non ho notato ronde assassine in cerca di assassini bianchi. la verità è gli schifosi vigliacchi assassini, non hamnno colore
2018-02-08 19:52:55
ce l'hanno eccome, è statistica. Quando una netta minoranza etnica commette la maggior parte o comunque un'elevatissima percentuale di crimini rispetto alla popolazione locale qualcosa che non va c'è
2018-02-08 17:49:42
Si! Magari è pure innocenteed è stato provocato. Peccato cher come hanno riferito i suoi colleghi, si vantava con tutti di ospitare donne giovani a casa. Cosa ne penserà Trani? A proposito ancora avvolto nel tricolore, è un offesa per il tricolore.
2018-02-08 15:43:05
Fetente !!!
43
  • 2,1 mila
QUICKMAP