Jessica, il collega del tranviere a "Chi l'ha Visto?": «Assumeva ragazzine e ci mostrava le loro foto»

di Silvia Natella
"Ho fatto un guaio grosso", avrebbe detto il tranviere arrestato per l'omicidio di Jessica Valentina Faoro passando in portineria. A "Chi l'ha Visto?" vengono mostrate le immagini dell'uomo con le mani ferite e  e mandate in onda le parole di un collega.


Jessica, 19 anni, viveva con una coppia e svolgeva mansioni domestiche. Secondo una prima ricostruzione della polizia, la ragazza è stata aggredita dal 39enne Alessandro Garlaschi, che la stava ospitando nel suo appartamento, dopo un tentativo di approccio. L'uomo avrebbe atteso l'uscita della moglie da casa per approcciare la giovane.

Ai microfoni di Rai tre il collega di Garlaschi spiega che non era la prima volta che l'uomo aveva donne così giovani in casa. La ragazza che aveva preceduto Jessica stirava in topless. Garlaschi era solito mostrare le foto delle ragazze che abitavano con lui vantandosene. 
Mercoledì 7 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 08-02-2018 10:18

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-02-08 14:33:00
è questo che stupisce, oramai la maggior parte dei crimini li commettono i vostri amati pezzenti del terzo mondo pur essendo in minoranza numerica
2018-02-08 11:12:40
...come si dice...e' colpa delle famiglie e dei poveri modelli di educazione che si danno ai figli...
2018-02-08 18:55:40
la sai qual'è la differenza tra Salvini e la boldrini? che salvini metterebbe tutti e due in galera buttando la chiave, la boldrini metterebbe in galera l'italiano e in una comunità cercandogli un lavoro allo straniero che si macchia di un omicidio. chi dei due è migliore?
2018-02-08 09:53:08
Orrore per seconda vittima giovanissima in pochi giorni. Non posso nascondere che ambedue vengono da una vita di disagio sociale, con comportamenti border line..ma che succede a queste giovani ragazze?
2018-02-08 15:18:44
Quando un paese va allo sbando, quando la famiglia viene disintegrato e chi dovrebbe fare il genitore rinuncia al proprio ruolo sono le persone più fragili che pagano il prezzo più alto
11
  • 3,7 mila
QUICKMAP