Germania, addio all'austerity. Schulz avvisa la Ue: ora si cambia

di Flaminia Bussotti
BERLINO A 136 giorni dalle elezioni, e dopo una maratona convulsa che ha convolto 91 negoziatori in 18 gruppi di lavoro, Angela Merkel e Martin Schulz si sono messi d'accordo per un nuovo governo di larghe intese in Germania: una grande coalizione fra Cdu-Csu e Spd, la seconda consecutiva della Merkel, e la terza in tutto nei suoi quattro mandati da quando è diventata cancelliera nel 2005. La nascita del nuovo governo è partita male: prima il disastro elettorale (record negativi per tutti i tre partiti) che restringeva le...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 8 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 09-02-2018 00:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2018-02-09 13:12:01
Deutschland, Deutschland über alles, über alles in der Welt
2018-02-09 17:44:55
O gesu gesu... siamo al delirio.
2018-02-09 17:51:48
"La gioventù curda sarà sempre pronta a sacrificare la propria vita... la nostra è una storia di sangue..." Liberamente tradotto dall'inno del popolo curdo.
2018-02-09 17:55:36
"Noi ci ergeremo con le armi in pugno, giovani e vecchi, uomini e donne e diremo si alla morte..." Liberamente tradotto dall'inno nazionale del Senegal.
2018-02-09 17:58:09
"Giuriamo di morire in gloria..." Liberamente tratto dall'inno argentino.
34
  • 92
QUICKMAP