Maldive nel caos, nel Paese un gruppo di sub romani: «Dovremmo rientrare domenica»

«All'arrivo, domenica 4 febbraio ci hanno dirottato su Colombo (capitale dello Sri Lanka, ndr) senza darci una spiegazione precisa. Poi abbiamo saputo che la polizia aveva chiuso l'aeroporto temporaneamente. Abbiamo aspettato un'ora e mezza poi siamo partiti per Male (capitale delle Maldive, ndr). Siamo arrivati ed era com'è ora, tranquillo».

A parlare è Antonio Carascon, capo gruppo del circolo subacqueo romano Crazy Horse, raggiunto via WhatsApp mentre si trova impegnato in una crociera subacquea nelle acque cristalline degli atolli maldiviani. «Siamo in 24 e dovremmo tornare domenica mattina», dice Carascon.

«Da noi - aggiunge l'istruttore - è tutto tranquillo. Stiamo facendo immersioni meravigliose». Il gruppo si trova a bordo della motonave Orion. Sul profilo Facebook, il primo giorno di Maldive, Carascon ha postato formidabili immagini nel blu parlando di «inizio scoppiettante alle Maldive. Tantissimi squali grigi e pattuglia di aquile di mare! Bellissimo subito!», fornendo uno scenario lontano dal caos.

«L'acuirsi della situazione di instabilità politica che di recente sta interessando il Paese potrebbe sfociare in nuove manifestazioni di protesta nella capitale Malé. Il 5 febbraio 2018 è stato proclamato lo stato di emergenza che introduce un coprifuoco (e quindi un divieto di circolazione nelle ore notturne) nella capitale. A chi si trovi già in città, si raccomanda di evitare luoghi di raduno (anche pacifici) e di mantenere un alto livello di allerta». È quanto si legge nell'alert pubblicato sul sito Viaggiare Sicuri della Farnesina, riguardo alla crisi politica che si sta consumando alle Maldive.

«In ogni caso, e considerando che l'aeroporto internazionale si trova sull'isola di Hulhule, separata dalla Capitale, e che i trasferimenti da e per l'aeroporto verso le isole di destinazione turistica non comportano alcuna sosta nella capitale Malé - si legge - si sconsigliano i viaggi non strettamente necessari verso la capitale». «Parimenti, nella corrente fase di volatilità, si suggerisce particolare cautela ove si decida di soggiornare in una delle Guest Houses nell'isola di Maafushi, ove ha sede un penitenziario di alta sorveglianza in prossimità del quale vi sono state manifestazioni».
Martedì 6 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 07-02-2018 11:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-02-06 19:37:35
A prima vista, avevo letto "sub umani".
2018-02-07 09:18:37
Anche le Maldive sono diventate uno dei paesi a rischio, ho amici che hanno una casa in multiproprietà che è stata occupata. Mary
2
  • 526
QUICKMAP