Scuole autogestite, una moda che può mettere nei guai i prof e gli studenti

di Lorena Loiacono
Nelle scuole l'autogestione viene considerata una protesta leggera, ma le conseguenze possono essere pesantissime. L'autogestione infatti spesso viene concordata a tavolino tra gli studenti, i dirigenti scolastici e il corpo docenti. Le lezioni alternative vengono messe a punto in base a programmi precisi e l'atmosfera, tra i corridoi della scuola, dovrebbe essere rilassata e senza scontri interni. L'autogestione infatti non prevede lo scontro tra studenti favorevoli e contrari alla protesta, né crea dissidi con la...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 26 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 27-01-2018 19:39

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-01-26 19:16:10
I deliri del sessantotto continuano a depositare i loro frutti avvelenati dopo tanti anni. Quegli studenti, occupanti le aule universitarie, con il libretto rosso di Mao in Mano, se lo avessero fatto nel paese in cui tale libretto era stato scritto e pubblicato, avrebbero preso tante di quelle bastonate da restare invalidi per tutta la vita. Era bene che ciò avvenisse. Gli studenti di oggi, oltre a non avere alcuna capacità ne voglia di apprendere, sono però diversi dai loro colleghi di sessanta anni fa: sono molto peggio e nessun ideale li spinge, sbagliato o meno che possa essere. Le scuole autogestite ? A chi è venuta tale assurda idea ? In quale mente bacata si è accesa la famosa "lampadina di Archimede" ? Ricordate Topolino, Paperino e Archimede ? Be ' vi era molta più serietà e concretezza.
2018-01-26 18:48:40
Le cosiddette "autogestioni" sono un modo come un altro per gabellare le lezioni. Una volta si diceva "marinare la scuola", oggi la chiamano "autogestione". Chi vuole dare a questa pessima abitudine di questi pessimi studenti un certificato di idoneità scolastica, evidentemente non ha idea di come dovrebbero funzionare le scuole serie. E poi non lamentiamoci se gli studenti diplomati non sanno nemmeno parlare in italiano.
2018-01-26 16:23:41
Com eho gia' commentato in un altro articolo, il fenomeno delle autogestioni e' sostanzialmente un'aberrazione. Gli studenti che pretendono di "atuogestirsi" per una settimana con finalita' culturali.... suona bene come una certificazione di verginita' per Cicciolina! Si facevano le autogestioni anche quando (sembrerebbe qualche millennio fa) andavo a scuola io: la prima volta ci cascai, sprecai un'intera giornata a cercare di organizzare un "gruppo di lavoro" che era troppo intento ad oziare, giocare a carte, bere birra, mangiare le il pollo con le patatine sulla cattedra etc. A meta' giornata mandai tutti a quel paese e me ne tornai a casa a fare qualcosa di veramente produttivo. Un paio di mesi dopo una compagna di scuola annuncio' la gravidanza... risultato dell'autogestione. Daiiii siamo seri!!!
2018-01-26 15:06:02
Come può un docente essere ritenuto responsabile del comportamento dei propri studenti se questi sono liberi di trovarsi in un punto qualsiasi dell’edificio, in qualsiasi momento? È ridicolo, io mi rifiuterei e nessun giudice mi darebbe torto!
2018-01-26 10:50:52
Autogestione; un modo come un altro per mascherare la sostanza delle cose con le parole. Sembra che il Preside e i Professori siano comunque responsabili? A fine anno questi studenti avranno imparato qualcosa?
9
  • 31
QUICKMAP