Roma, overdose di vodka in classe, i genitori: «In coma per una scommessa»

di Raffaella Troili
Si somigliano, lei è piccola come la figlia, stremata anche lei, seppure resta in piedi davanti al letto, solo ogni tanto si siede e si copre il volto con le mani. È sola al capezzale della quindicenne del Russell finita in Terapia intensiva al San Giovanni.  Come sta ora sua figlia? «Sta meglio, per fortuna, ma non riusciamo a parlare». Ha un filo di voce, ancora la paura sul viso, nessuna forza, forse un po’ di vergona. Concentrata su quel che è successo, rimugina mentre la figlia guarda il...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 25 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 26-01-2018 08:09

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-01-26 09:07:30
Colpa delle istituzioni che permettono questa farsa ridicola che e' l'autogestione... sostanzialmente una settimana di vacanza extra all'interno dei locali scolastici, senza supervisione e senza regole. Continuiamo ad essere permissivi, ecco i risultati.
2018-01-26 00:07:20
si permette a dei minorenni l'autogestione di una scuola? Ma per favore!!
2018-01-25 13:34:47
Vodka a scuola ed autogestione? Cinquant'anni fa se me lo avessero detto...
2018-01-25 13:28:49
Anche qua, belli e puntuali. Il 68, l'autogestione, la laurea della Fedeli, i cellulari, e la tolleranza. La ragazza ha rischiato di morire per colpa dell'ALCOL, DELL'ALCOL, e ve lo ripeto perchè forse siete un pò lenti e non riuscite a capire. Dell'ALCOL!!!
2018-01-25 14:03:14
Che significa? Sarebbe come dire che la colpa di chi si suicida col gas è del gas. E'chiaroa tutti tranne che a lei che le cause vere sono altre.
13
  • 169
QUICKMAP