Dai commercianti “no” alla mafia con l'iniziativa social “Ostia sono io”

I commercianti di Ostia dicono no alla mafia e lanciano l'iniziativa social
di Mirko Polisano
I commercianti di Ostia dicono “no” all’etichetta mafiosa di Ostia. Così hanno lanciato l’iniziativa: “Ostia sono io”. Video e una pagina facebook, i cui contenuti, nell’arco di pochi giorni, hanno raggiunto il picco di visualizzazioni, già 80.000 a una settimana. Un fenomeno social inaspettato che rappresenta un unico e concreto messaggio: La comunità imprenditoriale e residente ha un forte spirito di appartenenza che non si riconosce nella deriva criminale e mafiosa che ha acquisito l’intera città di Ostia nell’immaginario collettivo.
 

 
È la città che si risveglia. Con una campagna social di iniziativa Ascom Confcommercio, dunque, si torna a parlare di Ostia, ma da un’altra angolazione. Il Presidente Armando Vitali ha dato il via, a cavallo tra il vecchio ed il nuovo anno, quasi a rappresentare simbolicamente il senso di ripartenza, alla pagina facebook “Ostia Sono Io”, dove cittadini, imprenditori e commercianti ci mettono la faccia per dire no all’immagine di un’Ostia criminale.
 
Le buone intenzioni del rilancio di immagine vanno però comunque pari passo con le inchieste e le indagini sul mare di Roma, dove ai clan è stata riconosciuta l’aggravante mafiosa.


 
Il messaggio dell’Ascom-Confcommercio è però rivolto a tutte le persone perbene. Con il metodo del sondaggio d’opinione, gli intervistati parlano di temi delicati come l’usura, la mafia, la possibilità di fare impresa ad Ostia, e raccontano interessanti storie, che fanno scoprire pillole di bellezza incredibile e sconosciuta. «Mi sento in dovere - afferma Armando Vitali, presidente dell’Ascom Roma-Litorale - di riconoscere con il massimo rispetto il grande lavoro svolto dalle forze dell’ordine e che tutt’ora stanno compiendo per regolarizzare e mettere in sicurezza la città. Ma l’impressione di chi vive e opera in questo territorio, e che si sia autoalimentato una vero e proprio linciaggio mediatico, e che probabilmente, qui si vive bene ed anche meglio di molti altri quartieri della Capitale».
Ostia non assomiglia alla Suburra di Sollima. Ostia è il mare, il borgo rinascimentale e la pineta di Castel Fusano.
 
Ostia è il tramonto visto dalla riva. Quello dove nessuno potrà mai metterci le mani sopra.  
 
Venerdì 12 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-01-12 14:48:55
Finalmente! Ostia è ricca di gente perbene, è ricca di arte e cultura, è ricca di potenzialità economico-imprenditoriali. Associarla a Corleone come Scampia...è una bestemmia!!!
QUICKMAP