Rifiuti, porta a porta a rischio paralisi: in 5 municipi è già emergenza

di Fabio Rossi
I primi romani chiamati a testare direttamente gli effetti dell'accordo di ieri tra Campidoglio, Ama e sindacati, già nei prossimi giorni, sono gli abitanti di cinque municipi della Capitale: IV (Tiburtino-San Basilio), VI (Tor Bella Monaca-Torre Angela), IX (Eur-Torrino-Laurentino), X (Ostia-Acilia) e XV (Cassia-Giustiniana). Qui l'azienda di via Calderon de la Barca, per tamponare i prevedibili disservizi del periodo natalizio, si era rivolta al mondo delle imprese e delle cooperative per chiedere aiuto sul fronte della...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 3 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 07:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-01-04 09:42:20
Invece di fare progetti utopistici tipo il "porta a porta" perche' la giunta Raggi non normalizza lasituazione della raccolta dai cassonetti? L'unica persona in grado di gestire la situazione era la Muraro e la Raggi ha pensato bene di mandarla via. La nostra sindaca oltre che incapace e' anche arrogante, e questa caratteristica le impedisce di migliorarsi.
2018-01-04 14:24:17
aridatece i cassonetti. Eur torrino la spazzatura è sempre davanti casa, se po vive così?
2
  • 12
QUICKMAP