Firenze, uccise una trans e una sua amica: condannato a 30 per duplice omicidio

Ha ucciso una transessuale brasiliana e una ventisettenne dominicana, in un appartamento in via Fiume, a Firenze, a due passi dalla stazione di Santa Maria Novella. Ora, Mirco Alessi, quarantatreenne fiorentino, dovrà scontare 30 anni di reclusione. Il pm Daniela Cento, titolare dell'inchiesta, aveva chiesto per l'imputato l'ergastolo e l'isolamento diurno per due anni. Alessi è accusato di duplice omicidio volontario pluriaggravato e tentato omicidio. Dalla sua furia si salvò una seconda amica della transessuale che, insieme alla 27enne, era ospite nell'abitazione di via Fiume. La giovane si gettò dalla finestra del primo piano, procurandosi diverse fratture. A lei è stata assegnata una provvisionale di 200mila euro. I fatti risalgono al 29 giugno 2016.

«I giudici hanno accolto la nostra ricostruzione e soprattutto accertato l'assenza di premeditazione. Per questo hanno condannato l'imputato a 30 anni e non all'ergastolo», ha dichiarato l'avvocato Massimiliano Manzo, che difende l'imputato. Alessi si recò nell'abitazione della trans Kymberli, con la quale aveva una relazione segnata da continui litigi. Dopo l'ennesima discussione, il 43enne sarebbe andato in cucina e avrebbe preso un grosso coltello. Poi, avrebbe inferto 94 colpi alla trans e avrebbe colpito con 18 coltellate anche la seconda vittima.
Giovedì 7 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 08-12-2017 13:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP