Vaccini, si spacca il fronte del Nord. Il governo: fuorilegge il no del Veneto

di Carla Massi
A 48 ora dalla decisione del Veneto di far slittare l'obbligatorietà di presentare i certificati delle vaccinazione all'anno scolastico 2019-20, il governatore Luca Zaia si ferma. Per un «approfondimento». LA PROTEZIONE Ieri gli è arrivata sul tavolo una la lettera, firmata dai ministri dell'Istruzione e della Salute Fedeli e Lorenzin, nella quale veniva chiesto un immediato provvedimento correttivo. A tutela dei minori che non possono vaccinarsi per motivi di salute e che «per tale motivo...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 7 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2017-09-07 11:34:03
se fosse il governo ad essere fuori legge?
2017-09-07 10:49:02
Perchè il Veneto non può decidere per se? Ma il Trentino-Alto Adige Süd Tirol può fare quello che vuole anche rifiutare chi parla Italiano!!! Perchè la Sicilia può fare anche leggi contro leggi dello Stato Italiano perchè lo prevede lo statuto speciale scritto dalle forze di liberazione della seconda guerra mondiale?
2017-09-07 10:29:03
governo di non eletti, parlamentari insediatisi a seguito di una legge elettorale riconosciuta anti costituzionale dal sepolcro imbiancato - attuale presidente della repubblica abusivo, quando era ancora soltanto presidente della corte costituzionale! Chi sarebbe fuorilegge?
2017-09-07 11:25:38
Mi dispiace per lei, ma ha bisogno di studiare; eviti, inoltre, delle inesattezze su persone rispettabilissime...
2017-09-07 09:53:36
La salute pubblica è la priorità assoluta per un Paese. I vaccini vanno imposti senza mediazioni. Il governo deve commissariare le Regioni ribelli.
11
  • 64
QUICKMAP