Gloria Satta
BLOG SUPERSTAR di Gloria Satta

Il fascino irresistibile di Matt Damon
l'antidivo della porta accanto

Non è bello come George Clooney, non è atletico come Vincent Cassel, non è altissimo come Daniel Day-Lewis, non ha il fascino della canaglia di un Delon o di un Belmondo dei tempi d’oro. Eppure Matt Damon, 46 anni, un Oscar per la sceneggiatura del film Will Hunting – Genio ribelle, è uno dei divi di Hollywood più amati dal pubblico.
Me ne sono resa conto a Venezia, quando la sfilata sul red carpet di Damon, protagonista del film di apertura della Mostra Dowsizing, si è trasformata in un rito interminabile in cui l’attore è stato acclamato dai fan, molti dei quali si erano accampati fin dalla mattina lungo le transenne per ritrovarselo vicino, e non la finiva più di stringere mani, firmare autografi, posare per i selfie.
Damon ha un talento versatile che gli ha permesso, nell’ultimo ventennio, di interpretare i film che sono piaciuti di più al pubblico come Salvate il soldato Ryan, le serie Ocean’s e Bourne, The Departed, The Martian. Ma solo il talento non basta a giustificare  un entusiasmo popolare così grande nei suoi confronti.
Allora mi sono fatta l’idea che alla base del successo di Matt ci sia la sua faccia da persona qualunque: è il vicino di casa che tutti vorremmo, l’amico di famiglia che non ti tradisce, il cugino simpatico. In una parola, il pubblico può identificarsi con lui, tanto più che, a differenza della maggioranza delle star, ha una vita privata a prova di scandali: ha da anni la stessa moglie, l’argentina Luciana Barroso, e tre figlie di cui si occupa a tempo pieno quando non è sul set. Insomma, anche se guadagna cifre stellari e conduce una vita tutt’altro che normale, Matt è “uno di noi”. O almeno sembra esserlo. E questo basta a farne un divo che, con la sua aria da antidivo, oscura tanti altri.  Giovedì 31 Agosto 2017, 19:45
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2017-09-15 08:49:56
Buongiorno a tutti e bentrovati. Di passaggio sul Messaggero, ho ripensato con un po' di nostalgia ai "vecchi" tempi e mi è venuta voglia di entrare per un saluto. Condivido il giudizio di Gloria su Matt Damon : se un uomo con la sua popolarità conduce una vita normale, allora è fornito, oltre che di talento, anche di intelligenza. Mi è piaciuto in tutti i ruoli che ha interpretato, ma amo, in particolare, "Salvate il soldato Ryan" , forse perché accanto a Damon giganteggia il mio attore preferito, Tom Hanks.UN ALTRO GIGANTE, CONCORDO. Un saluto affettuoso a tutti e un messaggio speciale per Gia : i due pelosi, ritemprati dalle vacanze sul lago, sono tornati alla dura routine quotidiana della scelta del posto più comodo per pisolare....
2017-09-15 15:45:24
ecco xché il lago di bracciano ha sofferto x la siccità,stante la presenza del duo felino & c. nella futura vita nascerò gatto (nn pagano le tasse,schioppano a piacere e graffiano perfino il padrone) e mi farò adottare dalla mia gattara preferita, una vegana contraddittoria sia x il cibo che x l'animalismo. questi nun se magnano nemmeno le uova e da bravi animalisti sterilizzano i pelosi nullafacenti. maosmack!
2017-09-16 13:30:24
Non sono vegana, Gia. Sono animalista incoerente : non mangio né cacciagione, né agnelli, né conigli , ma manzo, pollo, tacchino, pesce, uova... sì. I pelosi come i miei - di quei soriani a strisce che incontri in ogni angolo del mondo - devono essere sterilizzati perché sono prolifici e difficilmente si trovano persone disposte ad adottarli . Se li lasci liberi di accoppiarsi, nel giro di qualche anno ti ritrovi una ventina di bocche da sfamare, per non parlare della casa foderata di peluche....
2017-09-18 10:10:24
certi animalisti sono il dr. mengele dei gatti. scherzo,leuco. però insisto sulla contraddizione di nn equiparare,manducando,conigli & agnelli a polli e tacchini. tutti e 4 sono specie viventi,e io,me, assieme ai piccioni in casseruola, me li papperei con le solite patate al forno. e il diabete? a donne perdute. mao. ps: poveri tappeti,spelacchiati da una torma di pelosi. e nonna campa (bene).
2017-09-18 10:39:47
Terrestri miei, nelle mie future vite rinascerò sempre e solo pandoriano. Quanto a voi, il noto astrofisico Stephen Hawkings ha dichiarato che, dato l'irreversibile deterioramento del clima, vi restano al massimo cento anni per lasciare la Terra. A voi enotrici non più di 30. La destinazione raccomandata è Io, terza luna di Giove. Data la sua giovane età farete in tempo a portare con voi il vostro giovane Premier Di Maio. Ma mi raccomando, se esce dalla base spaziale ricordategli di indossare la tuta pressurizzata perché, per motivi di età, non ci sarà Beppe Grillo a rammentarglielo e vi potreste ritrovare Berlusconi, l'immortal ad vita, al governo della base. Ai gatti di Leuconoe non c'è bisogno di ricordare di non andare a gatte senza la tuta addosso, sono svegli ... loro! Non provate nemmeno ad abbandonare il vostro sistema solare, non avete il quid. Saluti appandorati! *** (; - BdV/Anchise
QUICKMAP