Rigopiano, speleologo soccorritore muore d'infarto a 39 anni

Dramma nel dramma. È morto questa mattina all'alba per un infarto a soli 39 anni Andrea Pietrolungo uno dei soccorritori impegnati sul campo in Abruzzo in queste settimane.
 
 


Pietrolungo era un tecnico Speleologico del soccorso alpino, volontario molto conosciuto nell'ambiente, e direttore regionale della scuola di speleologia. Nei giorni scorsi aveva anche partecipato ai funerali degli operatori dell'elicottero del 118 caduto a Campofelice.

Pietrolungo aveva partecipato a molte operazioni di soccorso nella neve in questi giorni. La notizia della sua morte ha colto di sorpresa l'intero ambiente del soccorso alpino abruzzese.
 
Martedì 31 Gennaio 2017 - Ultimo aggiornamento: 02-02-2017 08:48

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2017-02-01 12:56:10
Questi sono i veri eroi.
2017-02-01 12:54:14
Quanto hai ragione.
2017-02-01 12:36:56
sempre i migliori ci lasciano i rei campano a lungo, rip
2017-02-01 12:30:24
Per bt. La giustizia cui fai riferimento dovrebbe essere quella divina. Ma dov'è ?? non mi venissero a raccontare che Dio "premia" i migliori chiamandoli a sé.....questa non è giustizia, è cattiveria
2017-02-01 11:42:35
Quanto è ingiusta la vita a volte, morire a 39 anni dopo aver salvato vite umane scavando con le mani in condizioni vergognose, mentre i cari politici se ne stavano comodi al calduccio senza aiutare nessuno! Hanno scavato giorno e notte a mani nude senza guanti, e nessuno, dico nessuno, ha pensato di portare sia i guanti , che aiuti concreti! Ma nessuno prova vergogna o rimorso per questa gente colpita cosi duramente, per non parlare poi delle donazioni dei cittadini, che non sono mai giunte ne all, Aquila, ne tantomeno in questi paesi! Spero che si vada a votare al più presto , e che, soprattutto , ricordando questa vergogna si riesca a votare con coscienza!!
18
  • 37,8 mila
QUICKMAP