Rigopiano, la dirigente della sala operativa: «La telefonata bufala? C’era un grande caos, io ero sotto stress»

di Paolo Mastri
Rimettendo insieme un po’ di cocci, nella sala operativa della Protezione civile, la sera di mercoledì 18, la concitazione è ai massimi livelli. E di fronte alla versione fornita dalla funzionaria che ha riposto alla telefonata di Quintino Marcella, la mossa obbligata della squadra mobile di Pescara sarà la convocazione della responsabile, la vice prefetto Ida De Cesaris. Cosa accadde di preciso quel giorno, soprattutto nelle tre ore cruciali dalla prima richiesta arrivata direttamente da Giampiero Parete, alle...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 25 Gennaio 2017 - Ultimo aggiornamento: 10:02

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2017-01-25 12:30:21
Qualche osservazione: 1. Dire che è sotto stress per la situazione caotica dell'emergenza è come per un chirurgo avere paura della vista del sangue. Se non sei idoneo a un certo incarico, non devi essere messo in quella posizione. 2. Il che propone una domanda: vengonoi fatti periodicamente esercitazioni di simulazione emergenza tipo quelle che vengono fatte sulle navi?? Nelle esercitazioni si vedono le falle e si addestrano le persone. 3 Io non auguro del male a questa persona, le auguro solo di avere una coscienza e di fare ogni sera i conti con essa.
2017-01-25 12:18:35
Per certi lavori non esiste lo stress. La solita storia del datore di lavoro che assume una senza requisiti perchè gli è stata "suggerita". In questo caso il datore di lavoro accondiscendente è lo stato.
2017-01-25 11:13:40
Togliete gli incapaci dalle sale dei bottoni per favore.
2017-01-25 11:12:39
La solita persona incapace, pressapochista, lassista e superficiale che, anzich√© chiedere perdono e togliersi di mezzo, cerca una giustificazione tanto infondata quanto patetica. Inutile cercare di lavarsi la coscienza auto-convincendosi che "un altro al mio posto avrebbe fatto lo stesso". La sua condotta irresponsabile e dilettantistica, ha contribuito a rendere ancor pi√Ļ grave questa tragedia. Che venga cacciata via subito e insieme a lei il suo responsabile nonch√© chi l'ha messa l√¨. Questa sarebbe giustizia. Ma non accadr√†, perch√© siamo in un Paese di buffoni.
2017-01-25 10:09:38
ma quale sotto stress .è evidente l'incapacità del soggetto che rende urgente il licenziamento e cosi di molti altri per faciloneria Regione ,provincia ora inizia lo scarica barile all'italiana Vergogna.
18
  • 451
QUICKMAP