Maratona di Roma

Buon giorno vorrei segnalare un grave episodio di inefficienza, ottusita' e mancanza di elasticita' da parte dei vigili urbani che hanno presidiato i blocchi del traffico in zona Tre archi (Via delle Concie), Piazza Albania e tutte le zone limitrofe al quartiere Testaccio per la maratona di domenica 21 marzo.

Alle ore 11 mio marito si è recato da fuori Roma a prendere mia madre di 86 anni invalida al 100 % che lo aspettava fuori della Chiesa del Testaccio per passare una domenica in nostra compagnia. Arrivato con la macchina nella succitata zona Tre Archi gli è stato negato l'accesso al quartiere in quanto transennato per la gara podistica.

Mio marito ha mostrato il contrassegno di invalidità e dichiarato che l'anziana è ipovedente e si sarebbe trovata sola ad aspettarlo senza aver modo di essere avvertita del ritardo. Non c'è stato nulla da fare: è stato spedito verso l'Aventino dove anche li è stato bloccato e nessuno ha voluto ascoltare le sue ragioni o trovare una soluzione per poter risolvere la situazione.

Dopo tanto girovagare e pregare per poter arrivare il più vicino possibile al luogo dell'appuntamento, mio marito ha parcheggiato vicino alle poste di via Marmorata e si è recato 20 minuti più tardi all'incontro con mia madre, che ha trovato stanca di aspettare e un po' preoccupata. Il bello però è stato che mia madre ha dovuto percorrere tutto il tragitto a piedi, che dalla Chiesa di Testaccio alle poste di via Marmorata sarà più di 1 km, e per una persona invalida, ipovedente e con protesi al ginocchio (si serve di un bastone per poter deambulare) non è proprio cosa da poco e per tutto il giorno è dovuta stare a riposo.

Possibile che per la maratona tutto il quartiere è rimasto inaccessibile? Possibile che per questi casi così particolari non ci sia stato modo di risolvere con un può di buon senso e un po' di umanità la situazione? Evviva la tutela dell'anziano e del disabile!

Paola Baldi

(22 marzo 2010)
Lunedì 22 Marzo 2010, 22:05 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
QUICKMAP