seguici su Google+ RSS
Venerdì 29 Agosto - agg.12:18
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Economia e Finanza

Telecom, approvato piano 2009-2011
Fossati: taglio dividendi accettabile

Franco Bernabè, ad di Telecom (foto Luca Bruno - Ap)

MILANO (2 dicembre) - Via libera oggi al piano industriale 2009-2011 di Telecom che mercoledì l'ad Franco Bernabè illustrerà a Londra. Il semaforo verde è arrivato dal consiglio di amministrazione dopo una riunione fiume durata oltre nove ore: nella mattinata, assenti i rappresentanti spagnoli di Telefonica in ottemperanza agli impegni assunti con l'Anatel, l'authority per le tlc brasiliana, si è parlato del Brasile, dove Telecom opera attraverso Tim Brasil, terzo operatore mobile del Paese. Nel pomeriggio, con l'arrivo dei vertici di Telefonica, Cesar Alerta e Julio Linares, la discussione si è allargata a tutto il gruppo. In Borsa il titolo intanto si riprendeva dopo la caduta di ieri chiudendo con rialzo del 3,37% a 1,04 euro.

Il piano. Dal piano gli analisti si aspettano non si aspettano annunci di operazioni straordinarie, né indicazioni su cambi di perimetro od operazioni sul capitale ma un piano organico, ovvero con un focus sull'attività ordinaria e le proiezioni al 2011 del core business con tassi di crescita in linea con quanto già annunciato a marzo (taglio di 1,2 miliardi di euro ai costi, crescita dei ricavi tra l'1 e il 2%, riduzione del rapporto tra debito e margine operativo lordo a circa 2,5 volte a fine periodo, investimenti per circa 15 miliardi).

Telecom ha recentemente escluso la cessione di Tim Brasil e anche sulla rete non sono attesi colpi di scena, anche perché il percorso attivato da Bernabè è quello dell'Open Access, sul quale il dialogo con l'Authority delle Tlc si sta avviando alle battute finali.

La questione dei dividendi. Attenzione puntata sulle decisioni in materia di politica dei dividendi, dove gli analisti scommettono su una leggera riduzione del pay-out. Un taglio al dividendo «sarebbe accettabile» per Marco Fossati, presidente di Findim, azionista di telecom con il 5,4%: «di questi tempi - ha spiegato - sarebbe come un aumento di capitale». Fossati, che a inizio settembre aveva presentato quelle che aveva definito «linee guida strategiche sulla società» a Bernabè e al presidente Gabriele Galateri di Genola sottolineando come fossero state «apprezzate», si è detto contrario alla cessione di Tim Brasil e favorevole allo scorporo della rete a patto che non finisca nelle mani dei concorrenti.

Conclusa l'indagine conoscitiva sulle tlc della commissione Trasporti della Camera: una «separazione almeno funzionale» e la creazione di una «Società delle reti (a controllo Telecom o controllo dei mercato)» sono le linee da seguire per fare in modo che «la rete diventi accessibile a tutti gli operatori e garantire così un migliore sevizio a prezzi più competitivi».

Martedì 02 Dicembre 2008 - 22:46
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
EDIZIONI LOCALI
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Roma, tragedia a piazza di Spagna: ragazza cade dalla terrazza del convento e muore

Una ragazza di 19 anni polacca è morta intorno alle 6.30 di stamattina dopo essere precipitata dalla...

Anagnina, il delitto su commissione Pace eliminato da due professionisti Si fa strada il movente passionale

Aveva un relazione sentimentale con la compagna di un uomo attualmente in carcere per aver cercato di...

Latina, ritrovato il giovane animatore scomparso dal campeggio a Sabaudia

LATINA - E' a Roma, sta bene, ha chiamato il padre e ha detto di non preoccuparsi. A lieto fine la...

Previsioni meteo, arriva il ciclone Elettra: dal 1° settembre sconvolgerà l'estate

Dal primo settembre inizia l'autunno, almeno quello meteorologico secondo Antonio Sanò,...

Sepolta viva da alcuni parenti: bimba di cinque anni salvata da un passante

Le urla e il pianto soffocato di Tanu, 5 anni, provenivano dal sottosuolo.

CASA
Semplificazione amministrativa per pensioni ex Inpdap e ex Enpals
Procedure unificate, sistemi di pagamento allineati a quelli Inps
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009