Restyling strade e nuovi parcheggi,
a caccia di fondi per le periferie

Una veduta del capoluogo
Migliorare strade e riqualificare la periferia del capoluogo ciociaro. Con questi obiettivi ieri la giunta Ottaviani ha approvato sette delibere inerenti alcuni progetti di riqualificazione urbanistica da presentare all’interno del bando di gara indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il bando che prevede uno stanziamento complessivo di 18 milioni di euro può riguardare circa 110 città capoluoghi di provincia. Il comune di Frosinone parteciperà alla gara al fine di vedersi aggiudicare secondo alcune stime sette milioni di euro. Con questi soldi l’amministrazione comunale conta di poter riqualificare l’estrema periferie della città, quella in pratica ai confini con i comuni limitrofi. Ci riferiamo in particolare alla zona della variante Casilina sud–via Gaeta ai confini tra i comuni di Ceccano, Torrice e la zona di via Mastruccia-via Maria ai confini con il territorio di Veroli. Ma è stato inserito in questo ambito anche la progettazione relativa alla riqualificazione dello Scalo. Ma cosa si potrà fare qualora arrivassero questi soldi? Intanto si potranno rifare le strade, molte delle quali versano attualmente in uno stato pietoso. Poi si potranno realizzare nuove arterie di penetrazione nelle aree Peep (è il caso ad esempio della zona di via Mastruccia o di viale America Latina), quindi è stato inserito il quartiere di Colle Timio, nell’ambito del progetto della chiesa di San Luca ed infine la stazione. In quest’ultimo caso il progetto è già noto: si tratta di riqualificare l’intera area dello Scalo, piazzale Kambo, realizzare parcheggi, “unire” attraverso una passerella pedonale le due zone della città “tagliate” dalla presenza dei binari. Insomma dare un volto nuovo funzionale di questa zona nevralgica del capoluogo.
Marted├Č 30 Agosto 2016 - Ultimo aggiornamento: 23:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP