Sora, schianto con la moto
muore a 24 anni

Non ce l’ha fatta Edoardo Abbate. Il giovane centauro di Sora è morto a soli 24 anni, in ospedale a Roma, in seguito alle profonde ferite riportate nell’incidente stradale avvenuto lo scorso sabato sera sulla ex strada statale 666, in territorio di Campoli Appennino, mentre era in sella alla sua moto. Appena appresa la notizia del decesso del ragazzo al Policlinico Umberto I di Roma, nella notte di sabato, la città di Sora si è stretta attorno al dolore di papà Giulio e mamma Angela.

La prematura scomparsa di Edoardo, molto conosciuto e ben voluto all’interno della comunità sorana al pari della sua famiglia, oltre a suscitare comprensibile dolore rilancia furiose polemiche sulla sicurezza della provinciale Sora-Forca d’Acero, tortuosa strada di montagna che collega Sora all’Abruzzo. Luigi Gabriele responsabile relazioni istituzionale dell’associazione Codici due anni fa concordò con la Provincia di Frosinone e l’allora assessore Roberto Di Ruscio un piano di verifiche a sorpresa sulla 666 da parte della Polizia Provinciale per il controllo della velocità di auto e moto. «Scriverò al Prefetto annuncia - per verificare se ci sono omissioni ai controlli della Provincia di Frosinone sulla Sora-Forca d’Acero, teatro di tantissimi incidenti mortali in particolare per i motociclisti».
Lunedì 16 Luglio 2012, 12:07 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 00:00
QUICKMAP