seguici su Facebook Twitter Google+ RSS
Sabato 19 Aprile - agg.8:50
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Frosinone

Frosinone, Bilancio comunale in rosso
A rischio gli stipendi dei dipendenti

FROSINONE - Tredici milioni vincolati. La nuova legge di stabilità mette in crisi il comune di Frosinone. La disposizione entrata in vigore il primo gennaio scorso rischia di mettere in ginocchio l'amministrazione Ottaviani per le grosse limitazioni che si potrebbero avere in termini di risanamento del bilancio. In particolare, per la norma che vieta ai comuni di sanare il bilancio e coprire le falle economiche attraverso la vendita del proprio patrimonio immobiliare vincolando quei soldi ricavati nella realizzazione di nuovi investimenti ed opere pubbliche. In pratica tutti i beni demaniali che il comune di Frosinone ha già messo in vendita non serviranno a coprire il buco economico che flagella le vuote casse di piazza VI Dicembre.

E così i 9 milioni e passa previsti come entrata dalla vendita dell'ex Mtc di via Fabi, i 400 mila euro dell'immobile di via del Carbonaro, il milione di euro dell'ex asilo di via Sellari, i 500 mila euro della struttura ex Enel di via Adige oltre a decine di alloggi di via Po di cui si attende l'ok regionale per metterli in vendita non serviranno così come previsto dall'amministrazione risolvere il problema deficit. «In verità - spiega il sindaco Nicola Ottaviani - per l’ex Mtc ci sono state diverse manifestazioni di interesse: ma la crisi che attraversa l’edilizia ha fortemente frenato i progetti degli imprenditori: chi se la sente, oggi, di spendere 9 milioni per acquisire quell’area e di spenderne altri 20 per costruire?»

In queste condizioni sarà difficile risanare un ente pieno di debiti, con molti atti di pignoramento in corso e con entrate previste solo sulla carta. Al punto che già si prospettano difficoltà nel pagamento degli stipendi di aprile e maggio ai dipendenti comunali.
Per quanto concerne la vendita di questi immobili sopra descritti (eccetto gli alloggi che ancora devono essere venduti) tutti gli avvisi pubblici sono scaduti senza nemmeno una proposta concreta di acquisto. «Ci sono state alcune manifestazioni di interesse - fanno sapere dal comune - ma non è stata notificata alcuna domanda di partecipazione». Intanto il comune, nell'ambito della modernizzazione della propria macchina amministrativa ha ottenuto quasi 180 mila euro di finanziamento per il progetto "Frosinone Open Data", redatto dall'ingegner Sandro Ricci, responsabile del Ced. Il progetto sostenuto dalla Regione Lazio nell'ambito del Por Fesr Lazio 2007-2013 consentirà di pubblicare tutti i dati inerenti il patrimonio di beni demaniali e di informazioni riguardanti il territorio con l'obiettivo di creare nuove opportunità di occupazione ed offerta di nuove informazioni tutt'oggi mancanti anche al mercato immobiliare, turistico e imprenditoriale in generale. In questa piattaforma confluiranno, ad esempio, dati relativi alle costruzioni e agli immobili, alle infrastrutture di ogni genere, alle strutture ricettive, all'ambiente e alle peculiarità del Comune di Frosinone (sentieri, corsi d'acqua, oasi naturali, centri archeologici e così via).

Particolarmente soddisfatto del risultato conseguito è stato l'assessore alle Finanze, Riccardo Mastrangeli che ha seguito personalmente, passo dopo passo, l'iter della pratica fino la finanziamento: «Rendere fruibili e accessibili a tutti - dichiara l'assessore - con un semplice click del mouse, i dati che riguardano la collettività, non è un'innovazione destinata solamente agli esperti di internet, ma coinvolge, in realtà, tutti».

Lunedì 04 Marzo 2013 - 22:35
Ultimo aggiornamento: -
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Renzi: bonus Irpef, via libera 80 euro in più da maggio. Il premier: «I giudici si taglino gli stipendi»

«Sono contento perché smentiamo i gufi che hanno più volte auspicato che non ci fossero...

Mps, via all'aumento da 5 miliardi della ricapitalizzazione. Viola: cancellato il rischio nazionalizzazione

SIENA - Il cda di Mps ha deliberato all'unanimità di proporre all'assemblea straordinaria...

Uomini ossessionati dalle dimensioni del pene: Milano "capitale" degli interventi

Milano è diventata la capitale della penoplastica. Una media di 20-30 interventi al mese e un record...

Operato per mal di pancia, i medici gli trovano 12 lingottini d'oro nell'intestino

Operato all'intestino, i medici gli trovano 12 lingottini d'oro. Succede in India,

Telecom, il cda affida le deleghe: a Recchi la comunicazione, a Patuano il governo della società

Il consiglio di amministrazione di Telecom ha confermato l'incarico di amministratore delegato a Marco...

CASA
Pensioni nel 2014, cresce l'età delle donne
Si allontana il congedo. Nel 2017 pareggio anagrafico tra i due sessi
Case sfitte, quando e perché si paga l'Irpef
La tassa è dovuta per alloggi vuoti nella città di residenza
Guida alla Tasi, prima rata a giugno
Presto le aliquote decise dai Comuni. Il saldo entro il 16 dicembre
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2012 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009