Arpino, tragica battuta di caccia: cacciatore spara e uccide l'amico per errore

Il luogo della tragedia
di Roberta Pugliesi
Tragica battuta di caccia, questa mattina ad Arpino. Un uomo del posto, Vincenzo Cerrone di 63 anni, è morto a seguito di una fucilata che l'ha raggiunto al collo. Sul luogo del drammatico incidente, nei boschi in località Costa Calde, l'uomo si era recato con un amico ed era presente un'altra persona di Sora.

Sarebbe stato dal fucile di quest'ultimo a partire il colpo. A nulla sono valsi i tentativi dei sanitari di rianimare il 63enne che lascia una moglie ed una figlia. Sul posto i Carabinieri della locale stazione che stanno effettuando tutti gli accertamenti. 

 
Domenica 4 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 05-02-2018 21:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-02-06 08:56:47
La caccia nel lazio e' ancora aperta alle specie colombaccio e cornacchia grigia fino al 10 febbraio. la caccia non e' sport e' caccia cosa ben diversa, Robtzen il cacciatore non gioca con un'arma carica ci va' a caccia, cosa ben differente...chi ha un arma ha passato esami e ha certificati medici che gli danno la possibilita' di usufruirne, vogliamo fare due conti di quante persone muoiono sulle piste da sci? O in tanti altri sport?
2018-02-04 15:26:52
Un altra conferma di come la "caccia" sia sempre e comunque pericolosa.
2018-02-04 16:50:59
X Roberto20 E' più pericoloso attraversare la strada in città!!! Ultimamente quante persone sono decedute investite mentre attraversavano sulle strisce pedonali? Troppe.
2018-02-04 18:25:24
Ottima ragione per non andarsele pure a cercare le disgrazie. Credo nel destino e preferisco per quanto possibile lasciarlo fare anzichè andargli incontro.
2018-02-04 21:59:43
Roberto20 il tuo ragionamento sarebbe giusto se non fosse rapportato alle percentuali in gioco...cioè quante sono le persone che attraversano una strada e quante quelle che vanno a caccia....Secondo il mio modesto avviso, giocare con un'arma carica è cosa estremamente pericolosa e in un certo senso uno se la va a cercare se pretende di divertirsi a sparare contro esseri viventi inermi e a volte in via di estinzione...Vogliono a ragione vietare gli animali nei circhi ma nessuno si sogna di abolire definitivamente la caccia che viene PARADOSSALMENTE considerata uno sport....che coraggio...Fino a che le lobbies della vendita armi decideranno, purtroppo non verrà mai abolita....pratica abominevole....
6
  • 1 mila
QUICKMAP