Louis Vuitton ci proietta verso un'estate
di luce, ispirandosi alla tela Damier

PARIGI - Mentre siamo intenti ancora a coprirci con giacche e maglioni per combattere la stagione fredda il mondo della moda, come da prassi, Ŕ giÓ proiettato alla prossima primavera/estate 2013. Chiaro quindi che le immagini e le suggestioni proposte sono in aperto contrasto con il presente fatto di giornate corte e colori pi├╣ scuri. Lo afferma senza mezzi termini la collezione primaverile di Louis Vuitton, che punta dal punto di vista cromatico a scacchiere caratterizzate dalla lucentezza del bianco e la morbida solarit├á del giallo. Un omaggio esplicito alla tela Damier. A curare la campagna pubblicitaria ├Ę il gettonatissimo fotografo Steven Meisel nello suo studio di New York. Meisel ha voluto ricreare le atmosfere di Mode ├á Paris, sfilata della maison e simbolo del lusso d’Oltralpe grazie all’opera dell’artista concettuale francese Daniel Buren, con Marc Jacobs in veste di direttore artistico della casa di moda Vuitton. L’idea di Meisel ├Ę stata quella di mettere al centro degli scatti 12 modelle, per lo pi├╣ emergenti, che vestono capi simili tra loro e portano borse uguali. Su tutto, come detto, dominano le tonalit├á bianche e gialle. E’ stato proprio Jacobs ad illustrare la caratteristica principale della campagna: ┬źSentivo che l’idea di presentare le ragazze in coppia, come ┬źgemelle┬╗ avrebbe amplificato il messaggio della ripetizione e la ripetizione del motivo, che ├Ę la chiave della collezione di questa stagione. A volte sono appaiate perfettamente, altre spaiate e indossano lunghezze diverse – mini o midi, o midi e maxi – a riflettere la diversa altezza delle colonne di Buren┬╗. Il debutto sulle riviste specializzate internazionali ├Ę previsto per il prossimo febbraio, insieme alla progettazione delle vetrine di alcuni famosi store a livello mondiale.
Venerd├Č 4 Gennaio 2013 - Ultimo aggiornamento: 18:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP