seguici su Google+ RSS
Martedì 30 Settembre - agg.13:48
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero CASA

Redditometro, attenti a scontrini e ricevute

di Oliviero Franceschi

E' consigliabile organizzare un "archivio" delle spese

Dopo il redditest il redditometro. Dopo l’aumento delle tasse l’aumento dei controlli. Ma a spaventare i cittadini non sono tanto le verifiche quanto il modo con cui potrebbero avvenire. Turbano infatti le insidie implicitamente nascoste in uno strumento che qualora fosse mal applicato potrebbe condurre a risultati paradossali..
Come funziona il nuovo redditometro
Il redditometro è uno strumento di accertamento sintetico del reddito secondo cui deve esistere una coerenza tra il reddito del cittadino e le spese sostenute. Il nuovo redditometro misura proprio la congruità tra quanto il contribuente ha dichiarato e quanto il fisco ha ricostruito in base alle spese effettuate. A tal fine vengono considerate tre tipi di spese: le spese che risultano dalle informazioni e dalle banche dati dell’Anagrafe tributaria (come utenze, mutui, assicurazioni, eccetera); le spese per il mantenimento e la disponibilità dei beni, sempre ricavate dall’Anagrafe tributaria (come le spese per abitazioni, auto, barche, ecc.); le spese per la vita quotidiana, come ad esempio quelle per alimenti, abbigliamento, e il tempo libero, calcolate in base ai dati medi sui consumi rilevati dall’Istat e che perciò dovrebbero essere considerate solo in via residuale e, secondo quanto affermato dall’Agenzia delle entrate non dovrebbero mai portare di per sé ad un controllo. Insomma si tratta di un bel po’ di informazioni che nelle prossime settimane saranno attentamente monitorate dal fisco. L’Agenzia delle entrate parla di oltre 100 voci e a differenza del vecchio redditometro, che valorizzava ogni singolo bene di cui si disponeva attraverso coefficienti e moltiplicatori, il nuovo si baserà per la maggior parte su spese certe, effettivamente sostenute dal cittadino. Inoltre per la ricostruzione del reddito si terrà conto anche della composizione del nucleo familiare, con undici tipologie individuate, e dell’area geografica di appartenenza, con 5 aree considerate.
Allarme rosso
Fin qui, dunque, niente di strano o quasi. Ma che cos’è allora a far tremare gli italiani, soprattutto quelli onesti, poco inclini a combattere con l’amministrazione finanziaria? Le perplessità forse ingigantite dagli organi di stampa, forse rinforzate dai tanti comportamenti kafkiani della burocrazia nostrana, nascono su due fronti: da un lato il timore che prevalgano automatismi nell’attribuire al cittadino un reddito ricostruito a tavolino, grazie alla concorrenza di elementi puramente statistici come l’area geografica, il tipo di nucleo familiare e le spese per consumi quotidiani definite dalle medie nazionali. Dall’altro lato la difficoltà di potersi discolpare una volta chiamati in causa, dato che pochi tengono una contabilità dettagliata delle proprie spese da poter opporre validamente alle tesi dell’amministrazione. Infatti, una volta accertato uno scostamento attraverso il redditometro tra il reddito dichiarato dal contribuente e le spese sostenute, l’ufficio chiama il cittadino a rapporto e deve essere il cittadino giustificare adeguatamente il proprio tenore di vita. Il che ripropone l’imbarazzante meccanismo degli studi di settore, tanto odiati proprio per questa ragione dalle categorie, secondo il quale deve essere il cittadino a provare la propria innocenza e non l’amministrazione a provare la sua colpevolezza. Se a ciò si aggiunge l’introduzione di spese del tutto presunte ricavate dalle medie dell’Istat, si può ragionevolmente comprendere lo sgomento e il panico che serpeggiano tra gli italiani.
Agenzia delle Entrate
L’amministrazione comunque getta acqua sul fuoco e sull’onda delle critiche espresse pubblicamente da tanti personaggi politici, infiammati probabilmente dalla campagna elettorale in corso, l’Agenzia delle Entrate ha voluto chiarire in un recente Comunicato l’infondatezza delle voci di corridoio che si sono così rapidamente diffuse tra i cittadini. Innanzitutto è stato precisato che su 40 milioni di contribuenti, ogni anno saranno effettuati solo 35mila controlli utilizzando il redditometro. Il che senza essere grandi matematici significa che meno di uno su mille sarà controllato. Niente verifiche a tappeto dunque ma col contagocce o quasi..
Nessun automatismo
Secondo punto rassicurante (almeno nelle intenzioni) è che secondo il Comunicato dell’Agenzia non saranno mai selezionati i titolari della sola pensione e che inoltre, già in fase di selezione, non verranno prese in considerazione le situazioni in cui c’è uno scostamento tra entrate e uscite inferiore a 1.000 euro al mese, ossia 12.000 euro l’anno. Il controllo secondo l’amministrazione non scatterà perciò automaticamente, al verificarsi dello scostamento del 20%, ma verrà attivato quando la differenza tra reddito dichiarato e spese effettuate porterà a presunte evasioni eclatanti. Solo in quel caso, l’Agenzia delle Entrate convocherà il contribuente per fornire chiarimenti.
Paure infondate
Secondo il fisco pertanto le paure sono del tutto infondate perché il redditometro é improntato al dialogo con il contribuente, prevedendo addirittura una doppia fase di contraddittorio. Chi ha uscite fortemente discordanti con i redditi dichiarati verrà chiamato a fornire chiarimenti. Se dimostrerà che le spese sono state sostenute con fonti lecite come ad esempio, i soldi regalati da un genitore, non dovrebbe partire nessun accertamento. Nel caso contrario, il cittadino sarà invitato ad un nuovo contraddittorio per definire la ricostruzione del reddito in adesione. Solo se le parti non raggiungeranno un accordo l’ufficio procederà con il vero e proprio atto di accertamento.

Hanno collaborato Daniele Cuppone e Alberto Martinelli

Sabato 16 Febbraio 2013 - 19:24
Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Febbraio - 11:18
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO

CONDIVIDI L’ARTICOLO

OGGI IN PRIMO PIANO

Jobs act, Renzi incassa il sì sulla riforma del lavoro: non temo franchi tiratori

Franchi tiratori al Senato sul Jobs Act? «No, non credo anche perché...

Sicurezza, pistola elettronica Taser alla polizia, primo sì in Commissione

Sì all'utilizzo in via sperimentale da parte della Polizia alla...

Rivoluzione contratti all'Opera di Roma, nel nuovo l'orchestra è a tempo

Un nuovo contratto, a tempo determinato, per orchestrali e coro. Un...

Istat: disoccupazione giovanile 44,2%. Il dato generale cala a quota 12,3%

Il tasso di disoccupazione in Italia ad agosto è risultato del 12,3%,...

Esplosione in un negozio, un morto tra le macerie: ipotesi attentato, preso il complice

Esplosione alle due di stanotte a Francavilla Fontana (Brindisi) in...

EDIZIONI LOCALI
Colombo, auto travolge bicicletta: morta una ciclista
Grave incidente sulla Cristoforo Colombo in direzione Ostia, prima dello...
GUARDA TUTTE LE NEWS DI ROMA
Appalti: arrestato Antonio Sorgi dirigente della Regione Abruzzo
PESCARA Antonio Sorgi, dirigente della Regione Abruzzo, e l'architetto...
GUARDA TUTTE LE NEWS DELL' ABRUZZO
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Ritrovata la 16enne scomparsa a Caserta, era in un vagone della stazione di Velletri

Giorgia Verrillo, la 16enne scomparsa alcuni giorni fa da San Pietro (Caserta) è stata rintracciata...

L'ultimo selfie prima di morire: ecco le foto scattate pochi istanti prima di perdere la vita

Gli ultimi scatti pochi minuti prima di morire. Una gallery pubblicata dal sito www.webnir.com che mette i...

Da nord a sud, 4 incidenti con feriti traffico in tilt a Roma: code sul Gra

Diversi incidenti con feriti stanno provocando rallentamenti al traffico in diverse zone dalla Capitale.

Ritrova l'amore dopo il trapianto di faccia. Il suo viso era esploso per una fucilata

Lui si chiama Richard Norris, ha 39 anni e nel 1997 rimase accidentalemente ferito in maniera grave da una...

Terrore su un bus a Termini. Ubriaco armato prende 3 ostaggi e cerca di violentare una ragazza

Momenti di terrore l'altra notte su un autobus della linea 64. Una ragazza che viaggiava sul mezzo...

CASA
Pagamenti F24 solo on line sopra i mille euro
Dal 1° ottobre nuove regole per versare le imposte. La normativa
Modello 730: Irpef, entro fine mese autoriduzione acconto
Possibile diminuire il prelievo fiscale quando si prevede calo di reddito
Acquisti condominiali, ora il resoconto al fisco
 Entro fine mese gli amministratori devono inviare il "quadro
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
TUTTOMERCATO
PIEMME
MUTUI ACQUISTO PRIMA CASA ON LINE
www.settorefinanza.com
Mutui acquisto prima casa, mutui consolidamento debiti e liquidità. Richiedi il mutuo più economico
 
   
I film, le trame e i cinema di tutta Italia: comincia lo spettacolo I migliori locali dove gustare le ricette per gli amanti della buona cucina Scegli che strada prendere: il traffico di Roma in tempo reale Resta aggiornato con tutti dati i delle Borse in tempo reale Pioggia, vento o sole? Scopri come sarà tempo nella tua città Branko legge e racconta le parole delle stelle, segno per segno
 
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009