Gloria Satta
BLOG SUPERSTAR di Gloria Satta

L'Italia all'Oscar con i rom
nuova sfida di un cinema vitale

La designazione come candidato italiano all’Oscar del film “A Ciambra”, diretto dal giovane e per ora sconosciuto regista Jonas Carpignano, ha scatenato la discussione, anche a livello politico: il film, girato con la tecnica documentaristica del cinema-verità, è ambientato in Calabria all’interno di una comunità di rom che rubano per vivere, e ci si è chiesti se è giusto che l’Italia venga rappresentata all’Oscar da una storia di questo genere.
Iopenso vi dico che la designazione di “A Ciambra”, in assenza di film tanto forti da sfidare il miglior cinema del mondo intero, è stata una scelta spiazzante ma strategica e ha buone probabilità di rivelarsi vincente. Gli americani, in particolare la giuria dell’Oscar, amano i film dotati di una forte identità e non quelli che tentano, il più delle volte vanamente, si rifarsi ai modelli hollywoodiani.
Amano vedere (e premiare) quelle storie che raccontano realtà diverse, che ti portano in un mondo inaspettato e sono capaci di coinvolgere, emozionare, stupire. Il film di Carpignano possiede tutti questi requisiti e può dunque aspirare ad arrivare in finale.
“A Ciambra” testimonia inoltre l’attuale varietà del cinema italiano, emersa all’ultima Mostra di Venezia: oggi i nostri registi sono capaci di spaziare dalla commedia al noir, dal dramma al musical, al thriller, al cartoon d’autore. In attesa delle nomination, non ci resta che fare il tifo per i rom di Carpignano. Sabato 30 Settembre 2017, 10:27
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 52 commenti presenti
2017-10-20 09:59:01
caro Prof di blu dipinto nel blu cosmico, cosa vuoi aspettarti da centrosinistrati acchiattatutto al punto che poi son costretti a contraddirsi per non essere autotravolti? presto ci diranno che i loro beniamini sono stati scelti su proposta di Ilvio che ti ricordo è sempre il parruccone fatto rifatto e strafatto da arcore e dintorni, magari troveranno qualche stratagemma alla visco che poverino poco ha fatto per etruria ( chiamalo poco!?). a questi di noialtri ne frega quanto mezzo fico secco dopo che se son magnanti la mandorlina. Per una volta senti a me, tuo fedele lettore, resta li, meglio affrontare dieci Ikran che reggere questa massa di magnaccioni incompetenti e perennemente affamati.
2017-10-20 18:56:43
Terrestre Controcorrente, non chiamarmi prof, se puoi, ma Maestro (Libero Trasvolatore). Per il resto che dire? 10, 100, 1000 Ikran inca**osi! Appandorati abbracci! *** (; - BdV/Anchise MLT
2017-10-19 14:21:02
In soldoni: menata radical-chic per infinocchiare gli americani
2017-10-20 11:14:48
Terrestre Lupobianco, non per infinocchiare gli americani, solo per farli ridere un po', presentando loro un'altra immagine grottesca di un paese che in effetti è grottesco. Far ridere, si intende, quei quattro gatti che dovessero vedere questa illuminante pellicola in qualche sala underground di intellettuali del tipo "vedémolo strano", rigorosamente con sottotitoli. Anche perché gli americani non doppiano mai i film. Del resto i sottotitoli serviranno anche a voi enotrici, se vi vorrete dilettare con questa educativa pellicola, nel senso che non avete già dato abbastanza! Cosmici saluti! *** (; - BdV/Anchise MLT
2017-10-17 17:29:52
Amici.. arrarraiaaaaaaaaa quasi quasi non ricordavo più la pass e pure word ma tant'è, si scriverà così? gia ci cita zoro che ha spodestato quel filibustiere di paragone rinchiudendolo nella sua gabbia, a me zoro non piaceva e non piace... punto. troppo frick e frack, insomma il solito intellettualoide di sinistra shich and shock. ma ci pensate che furbastri questi direttori della rai tribù? mandano via giletti e che ti pigliano? due flip e flop milionari, la tenera coppia di sorelline parodi che ci ammosciano il pomeriggio peggio di claudio lippi quand'era stanco e poi peggio che peggio la serata con un komunista milionario e la sua valletta dalle parolacce facili che hanno fatto sprofonfare l'audience di tre canali rai. Si, di tre perchè raikabul tre ha perso almeno 2 mioni e mezzo di spettatori transfugati su rai uno per seguire i loro amati campioni, rai due è quel che è, rai uno, nonostante il cannibalismo di raikabul, è perennemente sotto l'ascolto che faceva fino alo scorso anno, ha addirittura perso il confronto con gianni morandi che come attore fa k@--@r3..sorridere vedo una quantità accettabile di post ma siamo sempre ben sotto la media, intanto sono sbarcato su facebucco e marcio a circa 50 nuovi amici in comune la settimana ma la cosa che non capisco è che il mio comune dove ha una sala d'aspetto così ampia per contenere questi amici, mi sa che li trovero all'aggiaccio... saluto tutt e alla prossima passerà qesto post? ma si che passa
QUICKMAP