Gloria Satta
BLOG SUPERSTAR di Gloria Satta

Kim, Beppe e quelle fiction di qualità
che tengono alto l'impegno civile

Sono rimasta molto colpita dall'ottima serie di RaiUno “Maltese - Il romanzo del commissario”, con Kim Rossi Stuart nella parte di un coraggioso poliziotto che ricorda Ninni Cassarà, assassinato dalla mafia nel 1985. E aspetto con ansia, il 29 maggio, la messa in onda del film di Fiorella Infascelli “Era d’estate”  che ricostruisce,  protagonisti i bravissimi Beppe Fiorello e Massimo Popolizio, l’estate del 1985 in cui i giudici-eroi Borsellino e Falcone si blindarono con le rispettive famiglie nell’isola sarda dell’Asinara per scrivere l’istruttoria del maxi-processo contro Cosa Nostra che sette anni dopo li avrebbe eliminati entrambi.
A proposito di Fiorello, seguo sempre con interesse le fiction d’impegno civile interpretate da questo attore di grande carisma e pari talento che il provincialissimo e miope cinema italiano snobba ingiustamente. Da “L’uomo sbagliato” a “La vita rubata”, da “L’angelo di Sarajevo” a “Io non mi arrendo” fino a “I fantasmi di Portopalo”, le miniserie di cui è protagonista Beppe denunciano le ingiustizie, condannano il crimine, rievocano episodi di cronaca italiana, rendono omaggio a personaggi coraggiosi che si sono distinti nella lotta contro l’illegalità e gli abusi.
Così, in materia d’impegno civile e denuncia, salta gli occhi il fatto  che la televisione – almeno, la buona televisione – abbia ormai preso il posto del cinema che dopo i gloriosi anni Settanta ha rinunciato alla presa diretta sulla realtà e abbandonato ogni tensione morale e politica per rifugiarsi nell’evasione.
Oggi, in un mercato cinematografico ingolfato dalle commedie, a maggioranza inutili o dimenticabili, a ricordarci in che Paese viviamo e da dove veniamo per fortuna ci sono le fiction di qualità. Con buona pace di chi storce il naso, considerandole nazional-popolari, queste fiction onorano il servizio pubblico.  E, nella tv consegnata ai format ripetitivi o addirittura trash, rappresentano uno dei pochi motivi rimasti a giustificare il pagamento del canone. Luned√¨ 15 Maggio 2017, 14:45
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 37 commenti presenti
2017-05-29 13:18:03
a proposito di totti. un corale di emozioni,lacrime e struggenti ricordi. un happening collettivo verso er core de roma. meritato? come pedatore senz'altro,come personaggio pure, come sportivo un po' meno se uno ricorda certe beffe verso gli avversari alquanto plateali o certi umettanti cachinni salivari. rientrano nel dna del personaggio anche i cucchiai, che beffano il malcapitato portiere avversario, ma a parer mio beffe alla pari di certe dichiarazioni,esternazioni e mimiche varie. emozioni? paese strano se uno nn si commuove veramente davanti a esiziali casi della vita veramente degni di lacrime. nn ho mai lacrimato x principio, ma davanti a disgrazie immense il pianto è d'obbligo.lascia la vita pallonara un grande giocatore ricco materialmente quanto basta, ma un povero barbone che solo muore sotto i cartoni x strada sarebbe degno anche di maggior partecipazione emotiva.
2017-05-30 10:06:20
DOC Gia, il cuore piange solo per ciò per cui piange. La commozione collettiva arriva lontano, persino oltre le barriere dello spazio-tempo. Si è pianto anche qui dove mai si versa una lacrima per un compagno caduto dal suo Ikran. Saluti appandorati! *** (: - BdV/Anchise
2017-05-28 11:34:04
un kim rossi degli stuart appare un dilettante da copertina boleriana, appetto (e pure in....coscia) a madame ivanka, super vitaminizzata figlia del boccolone trump; questa chiede che santo fosse quello effigiato nella foto ( chinaglia.) questa patinata ragazza, assieme alla infiorettata melania, si dovrebbe chiedere invece a che santo si dovrebbero affidare le nazioni nn amerindie, finché imperversa il padre giocarellone con clima , welfare sociale e war. questi batte cassa verso gli stati europei che appoggiano la nato, avendo nei depositi italici bombe nucleari e via discorrendo. a pelle i gravissimi errori degli usa nella loro storia sono quelli delle atomiche sul giappone e l'elezione di un riccastro alla berlusconi che sotterra secoli di democrazia. farà prima o poi la fine di un nixon, avendo il suo stesso partito ,preso da quello a prestito x l'elezione sorpresa, un imbarazzo patente? ogni tanto l'amerindia che si oppone al sovrabbondante trumpkim si scopre democratica, ma fin quando nn mette il becco negli affari altrui. vuoi vedere che...............
2017-05-28 15:37:06
San Giorgio, detto anche Il Giorgione! Saluti blu! *** (; - BdV/Anchise
2017-05-30 10:42:40
san francesco,detto anche sacra famiglia +++.....e con aureola del martirio saluti terra bruciata!
QUICKMAP